skin adv

#futsalmercato, Giannone blinda i pali dell’Italpol: “Loro i primi a cercarmi”

 05/12/2018 Letto 321 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Marco Panunzi
Società:    ITALPOL





Dopo la rivoluzione in porta, con l’abbandono del futsal giocato di Fabio Ferrari e col prestito del giovane Beltrano alla Lazio, l’Italpol piazza il colpo in entrata. Tra i pali arriva Domenico Giannone, in uscita dal Real Rieti, che a Roma ritrova molte vecchie conoscenze.

INNESTO TOP – Le ambizioni della rappresentativa dell’istituto di vigilanza si cementificano con un acquisto di indubbio valore: dopo l’esperienza in A col sodalizio sabino arriva Domenico Giannone. “Appena saputo del mio ritorno a Roma l'Italpol è stata la prima squadra a contattarmi. Solidità societaria e valore tecnico della rosa hanno fatto sì che io accettassi senza pensarci troppo. Ritrovo diversi ex compagni come Paulinho, Ippoliti e Batella e trovo diversi ex avversari che avrei sempre preferito avere dalla mia parte, come Fred o Osni Garcia: inoltre posso lavorare con un allenatore preparato come Ranieri”, le prime parole di Giannone da nuovo estremo difensore dell’Italpol. Cogianco, Lodigiani e Ciampino Anni Nuovi sono solo alcune delle maglie che il classe ’91 ha indossato: a Genzano ha vinto una A2 e la Coppa Italia di categoria. “Purtroppo o per fortuna non faccio il calciatore nella vita e a 27 anni bisogna fare due calcoli. Ringrazio il Rieti per la disponibilità nel permettermi di andare via a dicembre e l'Italpol per avermi cercato”.

ASPETTATIVE – L’obiettivo dichiarato del club della famiglia Gravina è quello di andare fino in fondo in ogni competizione in cui è impegnato: l’innesto di Domenico non fa altro che posizionare meglio il mirino su questo scopo. “La società punta alla promozione e lo ha dimostrato allestendo la rosa, di conseguenza anche il mio obiettivo è quello. Inoltre voglio divertirmi e, visto che per me divertirsi è una cosa seria, cercherò di farlo vincendo”, il pensiero di Domenico. Il sodalizio romano ha rivoluzionato il pacchetto portieri in questa sessione invernale: il saluto ai match di Ferrari, lo scambio di prestiti con la Lazio (in uscita Beltrano per il giovanissimo entrante Piermarini), l’ingresso di Giannone. “In un gruppo di portieri ognuno deve essere di esempio per l'altro, tutti hanno qualcosa da imparare. Spero di poter essere di aiuto ai miei colleghi ma spero anche che loro possano darmi altrettanto. Ho già fatto due allenamenti con loro e mi sono trovato subito bene. I portieri sono una squadra nella squadra: tutti devono puntare a giocare, al di là del nome o dell'esperienza, e tutti devono tifare per chi va in campo il sabato”.


Marco Panunzi




COPIA SNIPPET DI CODICE