skin adv

Ferrara, la prima volta con l'Italia non si scorda mai: "Sensazione unica"

 06/12/2018 Letto 204 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Redazione
Società:    CITTA DI FALCONARA





Erika Ferrara, giocatrice del Città di Falconara, ha ricevuto da Francesca Salvatore la prima convocazione in Nazionale maggiore: “È un sogno che si avvera, un motivo di grande orgoglio. Lavoro per migliorare giorno dopo giorno”. La selezione azzurra, riunitasi il 2 dicembre a Prato, rimarrà in ritiro in Toscana per tutta la settimana.

SODDISFAZIONE – La chiamata della Nazionale è stata una bellissima sorpresa: “Ci speravo, ma non me lo aspettavo. Sto provando delle bellissime sensazioni, sono contenta e mi sento onorata. È sempre una grande emozione portare i colori della propria nazione sul petto”. Ferrara, in ogni caso, vede la convocazione in azzurro non come un traguardo, ma come un punto di partenza.

FALCONARA – Ferrara continua parlando dell’ambiente che respira nella sua squadra di club: “A Falconara si sta come a casa, la reputo una famiglia, come già mi è capitato di affermare altre volte”. Le Citizens, al momento, non vivono un momento brillante in campionato: “Stiamo attraversando un periodo non proprio roseo, ma, da falconaresi, faremo di tutto per superare le attuali difficoltà”. La Ferrara ha ben chiari gli obiettivi stagionali e, allo stesso tempo, crede nel progetto di una crescita costante: “Il campionato è molto equilibrato e regala risultati sorprendenti in ogni giornata: le partite sono quasi sempre livellate e complicate da affrontare. Noi ci proponiamo di crescere anno dopo anno, solo centrando la salvezza potremo maturare e perfezionarci”.

RINGRAZIAMENTI – Ferrara ha voluto ringraziare chi sta sostenendo e incoraggiando il suo percorso di crescita sportiva: “Coloro che mi aiutano a migliorare sono tanti: dalle compagne di squadra, passando per la mia società e per le persone di esperienza internazionale che mi guideranno nell'evoluzione come calcettista, fino ad arrivare alla famiglia, che per me è fondamentale. È anche merito di tutti loro se è arrivata la chiamata in Nazionale”.


Federico Pucci