skin adv

Città Eterna, Mecozzi e la fiducia nella sosta: “Recuperare tutti e invertire la rotta”

 13/12/2018 Letto 99 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Marco Panunzi
Società:    F.C. CITTA ETERNA





Non proprio un inizio idilliaco, quello della Under 21 di Valter Mecozzi. L’uomo chiamato a portare professionalità all’interno del vivaio del Città Eterna ha incontrato problematiche importanti, che hanno inficiato l’inizio del cammino della squadra.

SCORCIO INIZIALE – “La società era partita con programmi ambiziosi, poi sono subentrate defezioni improvvise, alcuni hanno scelto di provare la strada del calcio a 11 e abbiamo dovuto ricercare nuovi profili”, le parole di Valter Mecozzi, responsabile della Cantera del Città Eterna. Che allude alla non proprio rosea situazione dell’Under 21, fanalino di coda del girone B e, numeri alla mano, peggior compagine del raggruppamento. “Il futsal non è come il calcio, alcuni dei nostri lavorano la domenica. Purtroppo il calcio, con le sue più grandi possibilità e attrattive, riesce a fagocitare molte individualità che sarebbero utili alle squadre del territorio”. Ovviamente non c’è solo questo: fosse soltanto questa la problematica, il Città Eterna non sarebbe l’unico roster ad avere questo deficit. “Infortuni, giocatori non al meglio, inserimento dei nuovi nel gioco: nella seconda parte delle gare non riusciamo ad essere competitivi come all’inizio. È difficile integrare subito tutti, portandoli al giusto ritmo e insegnandogli, di fatto, un nuovo sport”.

SITUAZIONE – Nessun punto acquisito, peggior attacco, peggior difesa. Non è chiaramente l’inizio che Valter, uomo di campo da decenni (con passato soprattutto nel mondo del calcio), si aspettava. “Non so quali sarebbero state le effettive potenzialità di questo gruppo: so solo che noi molte volte dominiamo gli inizi delle gare con molte occasioni nitide, per poi scendere di condizione nel finale”, spiega il tecnico. Un cambio di rotta sicuramente si è visto, considerando che l’esordio nel campionato è terminato 19-3 per il Vallerano ed ora le sconfitte non assumono più contorni così netti. In più, stando al racconto di Valter, gare contro corazzate del girone, come Airone e Juvenia, sono state decise dopo il famoso calo fisico del Città Eterna, a testimonianza che il roster, dopo l’iniziale trauma è in ripresa. “Spero che con la sosta natalizia, intensificando le sedute, possiamo recuperare tutti e invertire la rotta. Magari riuscendo a schierare la formazione titolare”. Il lavoro da fare, insomma, è davvero tanto: ma è tanta anche la fiducia di Mecozzi e di tutto il sodalizio di Michieli.


Marco Panunzi