skin adv

Palmegiani e un cuore grande così: l'Italia Under 19 pareggia con l'Ucraina

 19/12/2018 Letto 608 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ITALIA





La bella prova degli Azzurrini nella prima amichevole giocata oggi a Brovary, cittadina nella regione di Kiev, contro i pari età dell’Ucraina non va oltre il pareggio (1-1) nonostante il buon gioco e un’occasione per la vittoria finita contro la traversa a fine partita. I ragazzi di Carmine Tarantino nel primo periodo di gioco si oppongono rispondendo colpo su colpo, andando vicino al vantaggio a un minuto dal riposo, ma il palo di Christian Peroni, colpito sugli sviluppi di un calcio d’angolo, nega l'1-0.
 
LA RIPRESA - Si va negli spogliatoi con un pareggio a reti bianche e nella ripresa la musica non cambia con il gioco che si fa duro, tanto che gli arbitri sono costretti a tirare fuori il cartellino giallo per un fallo da dietro commesso ai danni di Kevin Rivella, a sua volta ammonito già nel primo tempo per lo stesso motivo. CHe viene espulso. L’Italia non smette di combattere ma al 7’ non riesce ad evitare il gol del vantaggio ucraino: un’azione confusa nell’area Azzurra, scaturita da un calcio d’angolo, mette Petro Seniuk nelle condizioni di azzeccare il tiro vincente. Gli Azzurrini reagiscono e dopo poco più di un minuto è sempre il legno a dire di no: accade all’ 8’55" quando Simone Achilli, con bella azione personale, parte da centrocampo ed entra nell’area avversaria ma il suo tiro si stampa sulla traversa. Un palo degli ucraini, un altro preso dall’Italia sono il prologo alla rete del pareggio: a circa un minuto dalla fine Federico Palmegiani serve dalla linea laterale  Achilli che questa volta centra lo specchio della porta. E’ sfortunata l’Italia che sempre con il giocatore del Latina Palmegiani ha l’occasione per chiudere vittoriosamente il match a un minuto dalla conclusione, ma è sempre la traversa a dire di no. Domani alle 18.30 italiane la seconda amichevole, ultima tappa di quest’anno per la Nazionale giovanile che il prossimo marzo in Croazia sarà impegnata nel main round della qualificazione agli europei di categoria.
 
Ufficio stampa FIGC




Pubblicità