skin adv

Palestrina U15, ricetta emotiva. Butnaru: “Contento della passione dei miei ragazzi”

 21/12/2018 Letto 186 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Marco Panunzi
Società:    SPORTING CLUB PALESTRINA





Se la vetta della classifica sembra quasi inavvicinabile, il sogno playoff anima e appassiona Valentino Butnaru e la sua Under 15. Dopo l’inizio opaco il Palestrina si è rianimato, portandosi nella parte più alta della classifica e legittimando le sue ambizioni di disputare la post season.

SITUAZIONE – Un ottobre shock, esordi complicati. Poi la svolta, a partire dagli inizi di novembre. “Le prime giornate un po’ così è così per i ragazzi, purtroppo in quelle occasioni non siamo mai riusciti ad essere al completo. Però poi, lavorando duro e con la testa, la cosa più importante per gli Under 15, siamo riusciti ad ingranare”, il pensiero di Valentino Butnaru, giocatore della prima squadra prenestina che per il secondo anno si impegna anche nel ruolo di allenatore della compagine sub-15. Le trasferte con successi rotondi contro Labico e Mirafin hanno rilanciato Leonardo Montagna e compagni, ora a 15 punti e con il terzo miglior attacco del raggruppamento. “Il mio lavoro, in questo periodo di sosta, si concentrerà soprattutto sulla tecnica individuale, anche se l’idea che mi guida è quella di insegnare a giocare a calcio a 5 e non al ‘calcetto’, come viene definito da molti”.

PASSIONE – Il girone B di U15 sembra avere già trovato il suo campione. Classifica spaccata in tre tronconi: alcuni si danno sportivamente battaglia per non chiudere all’ultimo posto, dalla Folgarella al Ferentino tentano l’assalto ai playoff e il Club Roma Futsal prende decisamente il largo, con un vantaggio di 9 punti sulle inseguitrici. “Sono contento per la passione che i miei ragazzi ci mettono, per la voglia che hanno, rispetto ad altri anni, di giocare: questo è il nostro obiettivo, dare tutto con umiltà, passione e divertimento. Se guardo al solo campo, invece, mi sono fissato il target dei playoff, non dico vincere il campionato vista la forza della capolista”, spiega Valentino. Un solo esempio su tutti è la vittoria nel derby a Zagarolo, vinto di misura dopo l’iniziale doppio svantaggio: l’ansia della vigilia ha portato i ragazzi a dare quel qualcosa in più che è valso un’impresa. Il campionato è ancora lungo, per superare la concorrenza serviranno ancora molti successi. Ma Valentino, per il futuro pieno di battaglie agonistiche che si profila all’orizzonte, sente la fiducia dei vertici societari. “Come sempre ringrazio i presidenti Virgili e Bruni, per la fiducia che mi hanno concesso, e soprattutto Giuseppe Fatello, mio mentore che mi riempie sempre di buonissimi consigli”.


Marco Panunzi