skin adv

Arzignano coi cerotti. Amarcord Motta: "Non ho paura del Maritime Augusta"

 11/01/2019 Letto 187 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ARZIGNANO





Comincia in salita il nuovo anno dell’Arzignano di mister Lopez che dopo la sconfitta di Napoli cercherà di rifarsi contro il forte Maritime Augusta, in un match che sarà trasmesso in diretta tv su Sportitalia con fischio d'inizio alle 18.00. Sui biancorossi, però, gravano tante assenze pensanti: saranno infatti out per squalifica Murga e bomber Amoroso, ai box per infortunio Marcio e Urbani.
 
AMARCORD - Per il giovane Gabriel Motta una sfida dal sapore particolare contro i suoi ex compagni. ”Sabato a Napoli abbiamo sbagliato troppe occasioni da gol e in Serie A non ci si può permettere questi errori perché dall’altra parte segnano e poi vincono le partite. Sui nostri errori i ragazzi di Marin sono stati bravi a ripartire sempre in contropiede, sfruttando superiorità numeriche che alla fine abbiamo pagato a caro prezzo. Peccato davvero perché eravamo riusciti a rimettere in piedi una partita iniziata non nel migliore dei modi dal punto di vista del punteggio, contro una squadra che si sta confermando tra le più forti ed importanti del nostro campionato. Contro il Maritime sarà una partita difficile e molto combattuta anche se noi avremo delle assenze molto importanti, ma questo fa parte del gioco e chi va in campo deve pensare a giocare nel migliore dei modi. Giochiamo in casa nostra davanti al super pubblico di Arzignano e questo deve essere sia uno stimolo che un vantaggio da sfruttare per cercare punti importanti in ottica salvezza”.
 
Cosa temi della tua ex squadra?
”Li conosco molto bene e non ho paura di niente, sicuramente nutro tanto rispetto per la rosa che hanno ma dobbiamo pensare a noi e non a loro. Hanno un mister preparato che lavora bene sia sulla parte offensiva che difensiva, sarà una grande partita. Siamo appena all’inizio del girone di ritorno, non sarà certo una facile cavalcata, ma noi vogliamo la salvezza e lotteremo fino all’ultimo secondo per portarla a casa e tenere questo Arzignano in Serie A. Dopo Augusta avremo tre sfide decisive dove cercheremo di prenderci tutti e nove i punti, quelli utili per una salvezza tranquilla. Noi ci proveremo con tutte le nostre forze”. Sulla panchina siciliana spicca il nome del tecnico Tiago Polido che nel 2009 con l'Arzignano a Castelfranco Veneto ha alzato al cielo la Coppa Italia nella finalissima vinta ai rigori contro i storici cugini della Luparense. Molti i cambi rispetto al match di andata ma certezze che rispondono ai nomi dei vari Creame e Simi tanto per citarne due.
 
Ufficio stampa Arzignano




Pubblicità