skin adv

Angelini nella Hall of Fame. "Quante emozioni". Anche Luca Bergamini a Coverciano

 14/01/2019 Letto 996 volte

Categoria:    Vari
Autore:    Pietro Santercole
Società:    VARIE





Due nuovi, preziosi cimeli sono pronti ad arricchire il Museo del Calcio di Firenze. Martedì 15 gennaio, alle 11.30, il mitico Gianfranco Angelini – per tutti “Ciccio” – sarà al Centro tecnico federale per portare nella teca dedicata alla storia della Nazionale italiana di futsal i guanti con cui nel 2003 si laureò campione d’Europa, insieme ai suoi compagni, al Palamaggiò di Caserta. Una teca dove già hanno trovato posto cinque maglie appartenute ad altrettanti giocatori che hanno fatto la storia del calcio a cinque azzurro. I guanti di “Ciccio” Angelini sono il secondo cimelio di un portiere che trova posto nella teca, dopo la divisa del grande Luca Bergamini, uno dei migliori interpreti del ruolo come ha ricordato anche in passato il presidente del Coni Giovanni Malagò: anche lui sarà presente al Museo per l’esposizione della maglia. In precedenza lo stesso onore era toccato alle maglie di Andrea Rubei, Massimo Quattrini, Gabriele Caleca e Vinicius Bacaro, che con Angelini vinse il titolo europeo sedici anni fa nella finale contro l’Ucraina (decisa proprio da una punizione di Bacaro…).
 
CICCIO ANGELINI - A Coverciano ci saranno i vertici del calcio a cinque italiano: il presidente Andrea Montemurro, il vice presidente vicario Gabriele Di Gianvito e il segretario Fabrizio Di Felice. Hanno inoltre annunciato la loro presenza due ‘Legend’, Rubei e Bacaro: status di cui da martedì potrà fregiarsi anche Angelini, che entra così nella Hall of Fame del calcio a cinque italiano. “Impreziosire il Museo del Calcio di Coverciano con i guanti di ‘Ciccio’ Angelini, uno dei giocatori che più hanno contribuito alla popolarità e alla diffusione del nostro sport, mi riempie di gioia e mi regala una felicità che difficilmente riesco a esprimere a parole”, ha detto il presidente della Divisione Calcio a cinque, “Credo che quella di martedì sarà un’altra giornata indimenticabile per il futsal italiano”. Nato a Roma il 21 luglio 1974, oltre al titolo di campione d’Europa “Ciccio” Angelini ha conquistato lo Scudetto nella stagione 2000-01 con la Lamaro Roma RCB. Ha indossato – tra le altre – le maglie di Divino Amore, Roma, Reggio, Brillante e Fiumicino, prima di annunciare il suo ritiro dal futsal nell’aprile 2011. Ha intrapreso in seguito la carriera di dirigente e poi quella di allenatore, guidando il Fiumicino, la Futsal Isola (con cui nel 2016 ha vinto il campionato di Serie A2) e la Lazio. Lo scorso 21 dicembre è stato nominato assistente allenatore del nuovo Commissario tecnico della nazionale italiana di futsal, Alessio Musti. “Prima l’incarico in nazionale, ora i miei guanti al Museo del Calcio di Firenze: devo dire che questi ultimi giorni sono stati davvero emozionanti e gratificanti per me”, le parole di Angelini, “Entrare nella Hall of Fame e far parte della teca dedicata alla nazionale di calcio a cinque del Centro tecnico Federale mi riempie di soddisfazione e orgoglio, per me l’azzurro è una seconda pelle: farò tutto quello che posso e non risparmierò le mie forze per tenere alto il nome del calcio a cinque italiano”.
 
Ufficio stampa Divisione
 



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità