skin adv

Peric risveglia la Tombesi. Ricci: "Il 5-3 non rende merito a una super prova"

 20/01/2019 Letto 158 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    TOMBESI ORTONA





Mancava dal 3 novembre la vittoria casalinga per la Tombesi, bloccata per tre volte consecutive dal pareggio in campionato e sconfitta in Coppa Italia. Sembrava una maledizione, e tale ha continuato ad apparire per buona parte della gara di oggi: gialloverdi costantemente proiettati in avanti, capaci di costruire sin da subito occasioni a ripetizione, ma fermati dal portiere avversario, dall’imprecisione delle conclusioni e, qualche volta, anche dai pali. Il gol del vantaggio ospite a firma di Achilli (minuto 11.40) è stato la più classica delle beffe, cui ha saputo rispondere Renan Pizzo con un gran destro (18.10). Sul finale del primo tempo, specchio fedele dell’intera frazione, la Tombesi ha colpito tre legni nel giro di 11 secondi: prima il tiro di Zanella che ha sbattuto sulla traversa e sul palo (19.47), poi il colpo di testa di Peric, finito anch’esso sul palo (19.59). Ad inizio ripresa, gialloverdi da subito in avanti per trovare il gol del vantaggio, ma ancora una volta puniti: come per il primo gol, l’Olimpus ha colpito da fermo, sugli sviluppi di un fallo laterale, trovando l’1-2 con Luciano (3.52). Innervositi da una partita che sembrava stregata (e l’errore a porta vuota di Di Risio, al minuto 5.56, ne pareva la conferma), i gialloverdi l’hanno saputa però ribaltare in meno di un minuto: prima un gol difficilissimo di Decio Restaino (6.53), poi la doppietta di Luka Peric, in rete al minuto 7.00 e di nuovo 45 secondi dopo. Alleggeriti nell’umore e contro un avversario costretto finalmente ad avanzare e ad aprirsi un po’, gli ortonesi hanno trovato il quinto gol con Yuri Di Matteo (11.24), sfiorando il sesto con la traversa di Di Risio (15.29). Nei minuti finali, l’Olimpus si è giocato la carta del portiere di movimento, trovando il gol con Achilli (17.20, doppietta personale). Con questo 5-3 la Tombesi sale a quota 31 punti in classifica, a +3 sul Lido di Ostia bloccato sul pari dalla Virtus Aniene.
 
RICCI - “Per la prima volta quest’anno dico che il risultato è bugiardo – ha commentato a fine gara mister Antonio Ricci – perché, pur avendo vinto, il 5-3 non rende merito alla nostra grande prova. Abbiamo costruito tantissime palle gol, ci abbiamo messo grande intensità e qualità, e anche se la partita a un certo punto si era complicata sono sempre stato convinto che saremmo riusciti a vincerla. Certo, abbiamo preso anche gol evitabili, specie il secondo, nel quale c’è stata una nostra evidente distrazione collettiva, ma questa partita avremmo meritato di vincerla con uno scarto ben più ampio. Stiamo tornando sui nostri livelli, abbiamo quasi recuperato tutti gli infortunati e in campo si vede: un mese fa, una partita come questa probabilmente non l’avremmo vinta. Sono contento per il gol di Yuri Di Matteo e anche per la prova di Luka Peric, che dopo un periodo di iniziale difficoltà si sta integrando sempre meglio in squadra e potrà esserci sempre molto utile. Mancano ancora nove partite, di certo siamo in una condizione migliore di chi ci insegue, ma sappiamo che ci sarà da lottare. E questa Tombesi è pronta a farlo”.
 
GIUSEPPE MROZEK
UFFICIO STAMPA TOMBESI ORTONA CALCIO A 5