skin adv

Città Eterna, Valerio Michieli a tutto tondo tra prima squadra, U21 e Eagles Cup

 25/01/2019 Letto 134 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Redazione
Società:    F.C. CITTA ETERNA





Passione e spirito di intraprendenza. Questo ci viene in mente parlando con Valerio Michieli, giovane laterale del Città Eterna, che tra serie D e Under 21 si sta facendo notare per le sue giocate, nonostante un inizio di stagione non ottimo, a causa di un infortunio. Ma anche quando parla della “sua” Eagles Cup, il torneo da lui organizzato sui campi di Via Affogalasino.

Per il Città Eterna un ritorno alla vittoria importante. Cosa vi aspettate dalla prossima partita?
Quello che vogliamo fare è continuare il cammino di miglioramento iniziato con mister Patriarca. Questo implica che vogliamo ottenere qualche punto, premiandoci dello sforzo nella crescita della squadra e del nostro gioco. Questo è il nostro obiettivo fondamentale, sia per la partita in arrivo ma per le prossime.

Per quanto riguarda l’Under 21 la situazione non è particolarmente rosea. La partita con il Vallerano può essere importante per far riprendere la squadra?
Sì, stiamo cercando di dare qualche segnale di ripresa, ma purtroppo siamo davanti a delle evidenti difficoltà strutturali. Riusciamo quasi sempre ad approcciare bene le partite, ma poi ci ritroviamo nel secondo tempo a calare fisicamente, e non avendo un gran numero di rotazioni a disposizione non riusciamo a rimanere costanti per tutta la partita. Questa tendenza va avanti da tutta la stagione, ma stiamo cercando di migliorare la nostra tenuta fisica per riuscire a migliorare nelle fasi finali delle partite.

Ci faccia un bilancio della sua stagione fino a qui. Quanto conta la doppia esperienza nella sua crescita come giocatore?
Purtroppo la mia stagione non è iniziata bene, dato un infortunio al retto femorale destro che mi ha tenuto fuori per due mesi. Adesso ho ricominciato ad allenarmi con costanza, ma ancora non sono al top della forma. Devo dire però che i due allenatori (Mecozzi e Patriarca, ndr) mi stanno dando una grande mano per farmi migliorare, e il fatto di essere impiegato in entrambi i campionati mi aiuta molto ad imparare e migliorare. Spero in un finale di stagione ad alto livello per me.

Ultima domanda. Come organizzatore della Eagles Cup, torneo di assoluto rilievo nell’ambito romano, quanto può essere fiero del proprio lavoro fin qui?
Io e il mio amico Pietro, che mi sta aiutando moltissimo nell’organizzazione del torneo, siamo contenti di quanto stiamo facendo finora. La scorsa edizione, nel torneo estivo, abbiamo avuto 11 squadre, ma già quest’anno siamo arrivati a 20, sintomo di una crescita importante. Stiamo cercando anche qui di migliorarci sempre, offrendo sempre ulteriori servizi alle squadre partecipanti. Siamo contenti di quanto fatto e di come stiamo organizzando il futuro del torneo, introducendo novità come quella della ‘Eagles Cup School’, che partirà tra un mese, e che vedrà la partecipazione di molti licei di Roma a questo torneo. Un ringraziamento va anche a Blackout Eventi, che ci sta dando una grande mano nel creare questo evento.


Giuseppe Nebbiai