skin adv

Vigor Perconti, ad Anzio vince il maltempo. Luongo: “Impossibile continuare”

 05/02/2019 Letto 175 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Redazione
Società:    VIGOR PERCONTI





Dopo un tentativo iniziale, entrambe le squadre di comune accordo hanno optato per il rinvio a causa dell’impraticabilità del terreno di gioco. Meteo permettendo, Cignitti e i suoi sabato accoglieranno il Terracina.

CITTÀ DI ANZIO – Il maltempo è stato il vero protagonista del weekend appena trascorso, tante le partite rinviate nelle varie categorie della regione: anche la partita di Anzio non è stata da meno e Daniele Luongo spiega i motivi della sospensione della gara: “Purtroppo l’umidità e la condensa che si erano venute a creare sul campo non permettevano il regolare svolgimento del match, abbiamo provato ugualmente a giocare ma si faceva fatica a stare in piedi. Le difficoltà erano evidenti per tutti e di comune accordo abbiamo optato per il rinvio della partita: continuare sarebbe stato pericoloso e avrebbe dato vita ad un match falsato”.

TERRACINA -  Meteo permettendo, sabato prossimo i ragazzi di Cignitti saranno impegnati sul proprio campo contro la seconda forza del campionato, il Real Terracina; all’andata fu un pari sudatissimo. “Abbiamo fatto una grossa prestazione strappando un punto difficilissimo, il fattore campo potrebbe essere un vantaggio per noi visto che loro sono abituati a giocare al chiuso. Per il resto sono una squadra in forma che sta lottando per il primato, sarà importante fare una prestazione super per ottenere punti”.

FINALE DI STAGIONE – La classifica è ancora molto corta per poter tirare dei bilanci ben precisi, per il momento la zona playout è ancora distante 3 punti con il match di Anzio da recuperare: “La speranza è quella di stare più tranquilli, il campionato è completamente aperto ad ogni scenario, noi vogliamo scongiurare ad ogni costo l’ipotesi playout, l’obiettivo è quello di metterci a distanza di sicurezza quanto prima e recuperare la fiducia che ultimamente sta venendo meno”.


Marco Modugno