skin adv

Qualcosa è cambiato, Musti parte in seconda. "Che personalità la mia Italia"

 06/02/2019 Letto 288 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Pietro Santercole
Società:    ITALIA





Due successi di fila, un dato statistico mai avvenuto nel 2018. Musti parte in seconda archiviando nel migliore l'annus horribilis di quella Nazionale capace sì di vincere due volte, ma a distanza di 280 giorni. Anno nuovo, ciclo nuovo, vita nuova. Ora si torna dalla trasferta in Romania finalmente con un umore differente e con la speranza, mista a fiducia, che il peggio sia alle spalle e qualcosa stia cambiando.
 
L'ANALISI - "Sapevamo di affrontare una gara più complicata rispetto alla prima". Musti analizza la seconda amichevole, molto più sofferta della prima con tanto di clean sheet. L'Italfutsal spreca e va sotto, si affida all'estro di Cavinato e, nella ripresa, alle mirabolanti parate di un monumentale Miarelli, prima di imporsi 4-2. "Abbiamo tenuto botta botta sul piano fisico ed emotivo - spiega il cittì Azzurro - siamo stati bravi anche quando siamo andati sotto nel punteggio, anzi, per assurdo abbiamo avuto anche più occasioni rispetto alla prima partita. Un segno di grande personalità ed è quello che mi interessava vedere. Abbiamo reagito bene in tutte le occasioni, facendo anche esordire Gabriele Ugherani". Partenza in seconda, dunque. "Il percorso di gennaio è stato molto positivo - conclude - con grande soddisfazione di tutti".
 
Pietro Santercole