skin adv

Andrea Pizzoli illude, l'Olimpus dura un tempo: Mirafin corsara al PalaOlgiata

 10/02/2019 Letto 134 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    OLIMPUS





L'Olimpus va avanti ma la Mirafin prima recupera lo svantaggio e, poi, dilaga nella ripresa. Nonostante un buon inizio, la formazione di casa esce sconfitta dal PalaOlgiata. Al termine dei 40' il tabellone dice 2-7 a favore della Mirafin.

LA GARA - La partita si apre con una brutta entrata da dietro in area di rigore di Rengifo su Federico Di Eugenio, il giocatore dell'Olimpus colpito cade a terra, il direttore di gara lascia proseguire. Al 7' il capitano della formazione blues ha la palla del vantaggio, servita da Renan, Mazzuca respinge. Al 9' palo di Emer per la Mirafin. Nell'azione seguente, Ducci respinge le conclusioni di Rengifo ed Emer. Dopo uno spunto di Alessio Di Eugenio e la respinta di Ducci su Nuninho, l'Olimpus passa in vantaggio: Achilli se ne va sulla sinistra e mette al centro dove arriva Andrea Pizzoli, puntuale all'appuntamento con il goal (1-0). La formazione di casa continua a spingere e centra la traversa con Simone Achilli. A 90'' dal termine della prima frazione, la Mirafin trova il pari con un tap-in di Nuninho sulla respinta di Ducci (1-1). Ad inizio ripresa, punizione generosa concessa alla Mirafin con altrettanto generosa ammonizione ad Alessio Di Eugenio; Gioia dà il via allo schema, palla sul secondo palo per Emer che porta in vantaggio gli ospiti (1-2). Reagisce l'Olimpus e Mazzuca deve fare gli straordinari per evitare che la conclusione di Luca Pizzoli superi la linea di porta. A 5'04'' secondo giallo ed espulsione per Alessio Di Eugenio, ne approfitta la Mirafin che in un minuto confezionala rete dell'1-3 ad opera di Moreira. A 6'52'' altro legno per l'Olimpus, stavolta con un tiro partito dal piede di Andrea Pizzoli. A 9'24'' Djelveh approfitta di una palla scodellata sulla sinistra per incrociare sul secondo palo (1-4). La Mirafin vola sull'onda dell'entusiasmo e nel giro di 50'' va a segno tre volte, a cavallo tra 14' e 15', con Gioia, Djelveh e Rengifo (1-7). Al 18' Galvan calcia a portiere battuto, Gioia allontana la sfera sulla linea di porta. Ci provano Renan e Federico Di Eugenio ma Martinelli - subentrato a Mazzuca - dice di no. A 7'' dal termine del Kamel accorcia le distanze portando a due le marcature dell'Olimpus (2-7). Ma non c'è più tempo per recuperare. L'Olimpus settimana prossima sarà impegnata a Ciampino contro la Anni Nuovi, partita nella quale dovrà fare i conti con l'assenza di Alessio Di Eugenio.

Ufficio stampa Olimpus Roma





Pubblicità