skin adv

Masi, successo al debutto. "Giovinazzo, dobbiamo essere più cinici"

 11/02/2019 Letto 188 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    GIOVINAZZO





Quando la storia cambia corso, lo fa sul serio. L’esordio di Francesco Masi sulla panchina del Giovinazzo C5 coincide con la fine della serie maledetta dei biancoverdi, reduci da tre rovesci consecutivi e che nel 2019 non avevano ancora conquistato un punto. Al termine di una partita tirata, se ci fermassimo a leggere solo il risultato finale, gli undici giovinazzesi in distinta (in tribuna si sono accomodati Josè David, Mongelli e Morgade, tutti infortunati, nda) s’impongono 2-3 sul campo del Volare Polignano, fanalino di coda del girone F, grazie alle reti di Depalma, Joao Pedro e Piscitelli, che viene fuori da una striscia di 3 punti in 5 partite, tornano alla vittoria (che mancava dal 22 dicembre, 6-3 casalingo al Futsal Capurso, nda), conquistano il primo successo esterno dall’inizio del campionato di serie B e si riportano ad una sola lunghezza dal quinto posto, l’ultimo utile per accedere ai playoff. Gli ospiti, che devono far fronte a una grande emergenza dal punto di vista fisico, stante le assenze di Josè David, oltre a quelle preventivate di Mongelli e Morgade, niente affatto banali neppure per una rosa di qualità come quella biancoverde, sono padroni del campo per quasi tutto il primo tempo, arrivano al tiro con grande facilità e sfiorano il gol a ripetizione. Ma i primi 20 minuti di gioco si chiudono soltanto 0-1, grazie alla rete di Depalma, mentre Di Ciaula preserva il risicato vantaggio sino all’intervallo. Il Giovinazzo C5 inizia anche la ripresa all’attacco, raddoppia con Joao Pedro, al suo primo gol in biancoverde (0-2), e addirittura triplica con Piscitelli (0-3). I padroni di casa, però, non si arrendono, conquistano un penalty (che Bovino trasforma, 1-3, nda) e risalgono sino al conclusivo 2-3 di Carrieri, mentre i giovinazzesi fanno muro, ma non disdegnano intelligenti ripartenze, fermate dall’ottimo portiere avversario. Il finale regala continui capovolgimenti di fronte, ma il Giovinazzo C5 riesce a difendere il vantaggio.

L'ANALISI - E respira, Francesco Masi può già pensare al derby con le Aquile Molfetta: «È stata una partita dura, come d’altronde ci aspettavamo - le parole del tecnico biancoverde -. Loro hanno messo in campo tutto ciò che era nelle loro possibilità. La cosa positiva è che non abbiamo rischiato molto, ma dobbiamo essere più cinici e incisivi sotto porta. Nel finale due disattenzioni ci hanno fatto tremare, ma credo che siamo stati sempre in controllo del match». In classifica i giovinazzesi risalgono: a -1 dal quinto posto, l’ultimo utile per accedere ai play-off, dove c’è il Futsal Parete, a -2 dal quarto posto, occupato dal Manfredonia C5.

Ufficio stampa Giovinazzo




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità