skin adv

Monsignori non fa drammi: "Manfredonia, lavoriamo sul 5vs4"

 12/02/2019 Letto 171 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Pietro Santercole
Società:    MANFREDONIA





Nella 14esima giornata di Serie B, del girone F, la SIM c5 Manfredonia, in trasferta a Eboli, perde 3 a 0 contro il Fuorigrotta, capolista incontrastata del girone. I sipontini, senza Boutabouzi infortunato, non hanno sfigurato, menttendo in mostra comunque il loro gioco, cercando quanto possibile di mettere in difficoltà i campani, soccombendo però al tasso tecnico degli avversari.
 
LA PARTITA - I padroni di casa cominciano subito forte e Arillo prende subito una travesa e al 5' e poco dopo fa 1 a 0 con un destro preciso. I sipontini tengono il risultato per tutto il primo tempo fino all'ultimo secondo quando su un lancio del portiere una disattenzione difensiva permette ad Arillo di testa un pallonetto a Lupinella. E' 2 a 0. Nella ripresa la SIM c5 Manfredonia torna in campo più grintosa e prova a segnare, ma prima Ganho e poi due pali non permettono loro di accorciare le distanze. Monsignori decide per il portiere di movimento, ma Turmena, approfittando di una imprecisione biancoceleste, a porta libera, segna il 3 a 0.
 
MONSIGNORI - "Una squadra molto forte - dichiara mister Monsignori - e noi lo sapevamo. Sono davvero i migliori del nostro girone. Hanno vinto meritatamente la partita. Per quanto ci riguarda in realtà abbiamo creato più di qualche problema ai nostri avversari, però avremmo potuto interpretare meglio, soprattutto la fase di possesso. Abbiamo giocato tanto, troppa palla sui piedi e così facendo abbiamo subito ancora di più la loro fisicità. Avevamo in mente di aggirare questo problema con dei movimenti che avevamo preparato in allenamento, ma non siamo riusciti a metterli in pratica, ma sicuramente anche per la bravura dell'avversario. La partita è stata in bilico fino alla fine, perché nel primo tempo, dove loro hanno giocato meglio, abbiamo preso un gol a un secondo dalla fine per ingenuità e probabilmente dal punto di vista del morale ci siamo un po' abbattuti. Però il secondo tempo, anche se non creando tantissimo, abbiamo avuto le nostre occasioni per riaprire la partita, ma come succede sempre quando incontri squadre più forti se quelle 3-4 occasioni che tu riesci a creare non sei bravo e cinico a realizzarle poi si fa difficile e così è stato. Avremmo potuto fare qualcosa in più nella fase del portiere di movimento, e lavoreremo questa settimana proprio su questi aspetti. C'è da dire che è una sconfitta che ci farà anche bene, perché era tanto tempo che non perdevamo e sembra assurdo, ma ogni tanto perdere fa anche bene perché fa tornare la soglia di attenzione ai livelli giusti. Sabato siamo stati un po' leggeri, ma ripeto molto probabilmente ciò è dipeso dalla sicura forza dell'avversario". Prossima sfida dei sipontini Sabato 16 Febbraio al PalaScaloria contro il Volare Polignano.
 
Antonio Caterino
Ufficio Stampa Manfredonia Calcio a 5




Pubblicità