skin adv

Chiamatela Zona Ruggiu: last minute Sestu, pari nel Social Match di Asti

 24/02/2019 Letto 138 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CITTA DI SESTU





Un tempo per parte ma il Città di Sestu colpisce ancora durante la “Zona Città di Sestu”: è un diagonale perfetto di Luca Ruggiu, degno sostituto di capitan Rufine in queste gare, a permettere ai rossoblu di strappare un punto meritatissimo nel 5-5 finale del “Social Match” giocato al Pala San Quirico, contro un Città di Asti che sembrava in totale controllo dopo i primi venti minuti ma che non aveva fatto i conti con l’orgoglio e la voglia di essere più forte della sfortuna (infortuni e ben quattro legni!) da parte della compagine sestese. I padroni di casa si presentano al gran completo e partono con il quintetto formato da Tropiano, Corsini, Fazio, Siviero e Fortino, problemi di formazione invece per Mario Mura che risponde con Zanatta, Mura, Asquer, Hozjan e Dall’Onder, dovendo rinunciare, oltre a Rufine, ad Epp, comunque in panchina, e con tanti giocatori costretti a stringere i denti.
 
LA PARTITA - Inizio di partita shock per gli isolani, costretti dopo 19 secondi ad inseguire gli astigiani passati avanti con il tap-in vincente di Fortino e schiacciati dal pressing locale, la reazione non si fa attendere e le occasioni portate da Dall’Onder, Mura ed Hozjan fanno da preludio al gol dell’1-1 siglato dal pivot campidanese, bravo nello sfruttare il corpo di Celentano per girarsi ed infilare Tropiano sotto il sette. Subito il gol del pari, il Città di Asti alza il baricentro ed aumenta i giri, Zanatta si oppone alla grandissima su Fortino e Mendes ma nulla può dopo ben tre parate consecutive, sul tocco ravvicinato e beffardo di Ongari che vale il vantaggio piemontese, distanza che poi aumenta poco più tardi con Fortino che sfrutta al meglio uno schema d’angolo per siglare il 3-1. Le due lunghezze da recuperare scuotono gli uomini di Mario Mura che prima vanno vicino al gol con Hozjan e poi lo trovano con il tiro vincente sul primo palo di Giulio Mura dopo la folata offensiva dello sloveno, i rossoblu potrebbero anche pervenire subito al 3-3 ma Tropiano si supera su Hozjan e poi Dall’Onder vede la sfera infrangersi sul palo, Zanatta imita il collega su Fortino ma non riesce ad evitare il gol di Fazio al 19’40” che vale il 4-2 con il quale si chiude la prima frazione. Nella ripresa esce dagli spogliatoi un Città di Sestu propositivo e lanciato sin da subito alla ricerca del risultato positivo, Hozjan viene ancora stoppato dal numero 1 piemontese, il Città di Asti amministra e prova a pungere in più occasioni ma Zanatta sbarra la strada. I sestesi crescono nei minuti ma la malasorte decide di accanirsi contro, Hozjan prima prende il palo poi vede un suo bellissimo assolo spegnersi sul fondo, Dall’Onder colpisce la traversa ma poi decide di sfidare il fato e con fendente basso e angolato accorcia le distanze al minuto 8’38”, il gol galvanizza i rossoblu e, dopo l’immancabile incrocio colpito da Ganzetti che segue l’intervento di Zanatta a chiudere Fortino, trova anche il gol del 4-4 con Hozjan che infila Tropiano con un siluro sotto l’incrocio del primo palo. Trovato il pareggio, il Città di Sestu abbassa i ritmi senza però rinunciare ad affondare il colpo, però il Città di Asti si ridesta e rimette la testa avanti una magia di Fortino, una firma di tacco, quella dell’ex Maritime, che sembra firmare una sentenza pesante ed ingiusta per quanto visto nel totale. Il tecnico sestese non ci sta e si gioca la carta del “power – play” con Giulio Mura portiere di movimento, la mossa disperata porta i suoi frutti a 39 secondi dal termine quando quest’ultimo apre in due la difesa locale con un diagonale a servire Ruggiu, il numero 17 ha la pazienza di stoppare e freddare Tropiano con un bel tiro angolato che vale il 5-5 finale e la gioia per l’ennesimo punto acciuffato per il rotto della cuffia. Per il Città di Sestu arriva il secondo pareggio consecutivo in rimonta contro una diretta concorrente, un altro risultato che arriva in piena emergenza ed esalta ancora di più un gruppo formato da uomini veri pronto a sputare tutto sul rettangolo di gioco. La settimana prossima ci sarà riposo per Mario Mura ed i suoi ragazzi, il tempo necessario per recuperare energie e giocatori in vista del rush finale che prenderà il via sabato 9 marzo con la trasferta in casa del Futsal Villorba.
 
CITTA’ DI ASTI -CITTÀ DI SESTU 5-5 (4-2 p.t.) 
CITTA’ DI ASTI: Tropiano, Fazio, Siviero, Corsini, Fortino, Celentano, Selhami, Pellegrino, Ongari, Bosio, Bouanani, Mendes. All. Lotta 
 
CITTÀ DI SESTU: Zanatta, Asquer, Hozjan, Mura G., Dall'Onder, Epp, Tola, Fois, Ruggiu, Soro, Ganzetti, Etzi. All. Mura M. 
 
MARCATORI: 0’19” e 14’20” Fortino (A), 6’20” Dall’Onder (S), 11’45” Ongari (A), 16’13” Mura G. (S), 19’40” Fazio (A), 8’38 s.t. Dall’Onder (S), 12’59” Hozjan (S), 16’40” Fortino (A), 19’21” Ruggiu (S).  
 
ARBITRI: Fabiano Maragno (Bologna), Andrea Colombo (Modena) CRONO: Francesco Barretta Perrotta (Pinerolo)
 
Agenzia Uffici Stampa DirectaSport




Pubblicità