skin adv

Il giovane Nardi incanta Zagarolo: "La pressione mi dà motivazione"

 06/03/2019 Letto 198 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CITTA DI ZAGAROLO





Un pareggio apprezzato, tanto ma non troppo visto che sarebbero potuti arrivare persino i tre punti: il Città di Zagarolo porta con sé nella prima seduta settimanale gli ottimi input del derby di sabato, narratore di una squadra che quando ci si mette è proprio caparbia, bella da vedere ed efficace, e che in quelle condizioni può sortire problemi anche alla prima della classe. Gli amaranto di Riccomagno ripartiranno, sicuramente arricchiti in autostima, dal tre a tre con cui hanno stoppato Palestrina, compiuto in virtù dell’ottima organizzazione di squadra alla quale hanno contribuito in maniera sontuosa i giovani. Michele Nardi (classe 2001), insieme con Lo Muto e Brecci, ha lottato come un leone, complicando l’operato degli esperti giocatori prenestini e fornendo qualità allo svolgimento della manovra dei compagni, meritando con giocate pregiate l’ovazione del compiaciuto pubblico.

Michele, un inserimento rapido e indolore. Come ti senti tra i grandi?
“Mi trovo bene, sono un tipo che si fa motivare anziché mettere pressione dalle responsabilità, e quando il mister della prima squadra decide di impiegarmi sono sempre sicuro del contributo che posso dare. Ringrazio il mio allenatore della 19 Andrea Ambrosetti che mi sta facendo crescere tanto, e che insieme a Riccomagno mi ha dato questa possibilità”.

Com'è andato il derby di sabato?
“È stata una gran bella partita, ci è mancato poco che la portassimo a casa. Siamo stati intelligenti a non farci abbattere dal doppio svantaggio rimanendo concentrati sulla gara e riprendendola con tenacia. Il mister mi ha fatto giocare parecchi minuti, sono contento, e positivamente sorpreso di come in poco tempo sia riuscito a stare in un contesto così importante e competitivo”.

Positive prestazioni che tu e gli altri under offrite in Serie C2 sono lo specchio del buon cammino dell’Under 19?
“Sicuramente sì. Con l’Under 19 l’andamento della stagione è stato complessivamente buono, le sconfitte sono arrivate, tranne in rari casi, in maniera sfortunata e nell’ambito di partite estremamente equilibrate in cui gli episodi hanno determinato l’esito. Siamo all’altezza dei playoff e l’ultima vittoria ci darà la spinta per andarne a caccia”.


Ufficio Stampa Città di Zagarolo





Pubblicità