skin adv

Real Rieti in Chima al podio. "Con Napoli la vittoria della forza d’animo"

 16/03/2019 Letto 206 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    REAL RIETI





Real, all’infero e ritorno! Sotto di tre gol già a metà del primo tempo, con Napoli letteralmente padrone del campo, la formazione amarantoceleste trova la forza per accorciare le distanze ed andare al riposo sull’1-3 in favore dei partenopei. Ma nella ripresa entra in campo un’altra squadra e il 6-3 finale non è altro che il frutto dello spirito d’abnegazione e la voglia del gruppo di mantenere un’imbattibilità casalinga che dura ormai dallo scorso 18 dicembre, ritrovando una vittoria che al “PalaMalfatti” mancava da due mesi. Un successo che, complice il ko del Maritime nel derby siciliano col Meta Catania (0-1), consente al Real Rieti di agguantare proprio Napoli al terzo posto e superarlo in virtù del vantaggio negli scontri diretti.
 
LA CRONACA – Senza capitan Rafinha infortunato e Alemao squalificato, nel pre-partita il Real perde anche Jeffe per una contrattura, ma ripropone Nicolodi due mesi dopo l’infortunio. Pronti, via e Jefferson subisce un giallo che lo condizionerà, poi, per il resto della gara, limitandolo non poco, specialmente nella prima frazione di gioco. E al 3’ Chano trova il gol del vantaggio con un destro chirurgico. Il Real prova a reagire, ma il Napoli raddoppia con Rubio: al 6’ conclusione da fuori che beffa Putano. Il “PalaMalfatti” è sotto choc, il Real sembra sulle gambe e al 10’Chano trova addirittura il 3-0, rendendo la sfida un vero Everest da scalare. Il primo gradino prova a salirlo capitan Esposito, che sul finire di primo tempo ridà speranze al Real, realizzando il gol dell’1-3, quello che poi si rivelerà determinante ai fini della “remuntada”.
 
SECONDO TEMPO – Nella ripresa entra in campo un’altra squadra: determinata, aggressiva, in palla e soprattutto “presente” sottoporta: al 2’ Chimanguinho accorcia sul 2-3, poi Napoli commette il 5° fallo e resiste fino al 14’ quando l’arbitro fischia infrazione a Whilhem su Jefferson consentendo al Real di sfruttare il tiro libero: dal dischetto va Kakà, sinistro piazzato e Molitierno capitola. E’ il 3-3 e l’inerzia della sfida è dalla parte amarantoceleste. Ma per vincerla ci serve il colpo del campione: ed al 18’ sbuca il colpo di tacco di Nicolodi che, con la complicità del tocco di Jesulito (uno dei tanti ex in campo) finisce la sua corsa sotto l’incrocio dei pali. E’ il gol dell’apoteosi per il Real e della resa mentale per il Napoli che tenta la carta del portiere di movimento, che invece di sortire gli effetti sperati, spiana la strada alla squadra di Festuccia (allontanato dal campo per proteste al pari di Marin) che nel finale realizza il quinto e il sesto gol con Jefferson e Chimanguinho. Un 6-3 da favola, una vittoria che interrompe la serie negativa e lancia il Real da una Coppa all’altra: l’ultimo successo infatti, era datato 27 gennaio, in occasione della finale di Pesaro. Ora testa alle Final Eight: giovedì a Reggio Emilia sfida al Meta Catania, per un quarto di finale che sa già di play off.
 
BORDOCAMPO – Al suono della sirena, la felicità della squadra, si mescola con i cori dei tifosi e la soddisfazione dello staff tecnico. Per tutti parla Marco Abati, il vice di Festuccia: “E’ stata la vittoria della forza d’animo – dice ancora a caldo – dopo una settimana di lavoro intenso, raccogliamo i frutti meritatamente. Una partita al cardiopalma per come si è sviluppata: da 0-3 a 6-3 davvero incredibile, segno tangibile che il gruppo è rimasto dentro la partita anche quando tutto sembrava compromesso. E credo che quel gol di Esposito alla fine del primo tempo sia stata la scossa decisiva, che ci ha permesso di rientrare in campo con le motivazioni giuste. Bello condividere questa vittoria con lo staff, con i ragazzi, con la società, coi tifosi: ora sì, testa alle Final Eight dove cercheremo di fare in modo che le prestazioni siano all’altezza di quelle del secondo tempo di stasera. Poi quello che arriverà ce lo prenderemo, ma non prima di aver dato nuovamente tutto”.
 
REAL RIETI-LOLLO CAFFE' NAPOLI 4-3 (p.t. 1-3) 
REAL RIETI: Putano, Jefferson, Abdala, Nicolodi, Kakà, Relandini, Micoli, Esposito, Pandolfi, Stentella, Bucci, Jeffe, Chimanguinho, Joaozinho. All. Festuccia 
LOLLO CAFFE' NAPOLI: Molitierno, Wilhelm, Chano, Jesulito, Mancha, Bellobuono, P. Moccia, De Luca, Duarte, Salas, Rubio, Amirante, G. Moccia, Cesaroni. All. Marin 
ARBITRI: Luca Mario Vannucchi (Prato), Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia). CRONO: Gianluca Gentile (Roma 1)
MARCATORI: 2'48'' p.t. Chano (N), 6'13'' Rubio (N), 10'51'' Chano (N), 19'22'' Esposito (R), 1’38”st Chimanguinho (R), 14’47”st Kakà (t.l.), 17’28”st Nicolodi (R), 18’56”st Jefferson (R). 19’41”st Chimanguinho (R).
NOTE: al 10’st espulso il tecnico Marin (N) per proteste e al 15’st Festuccia (RR) per proteste. Ammoniti: Jefferson, Esposito (R), Duarte, De Luca (N).
 
Ufficio stampa Real Rieti 



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità