skin adv

Carattere e rabbia: Dall'Onder e Ruggiu portano il Città di Sestu sul podio

 18/03/2019 Letto 132 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CITTA DI SESTU





Dalle stalle alle stelle: il Città di Sestu viene preso di mira dalla sfortuna, infortuni e quattro legni sembrano fermare la corsa, ma i rossoblu si fanno beffe della sorte e sconfiggono un vivace Bubi Merano con il punteggio di 5-3 guadagnandosi così tre punti importanti che valgono l’aggancio al terzo posto in compagnia del Città di Asti. I tecnici di entrambe le formazioni devono fare i conti con gli indisponibili: Mario Mura, oltre all’assenza di Zanatta, deve fronteggiare alla perdita di capitan Rufine durante il riscaldamento e lancia dal fischio iniziale Etzi, Asquer, Giulio Mura, Hozjan e Dall’Onder, sul fronte opposto out Rafinha, Luca Vanin e Trunzo, coach Vanin risponde con Ninz, Manzoni, Beregula, Caverzan e Mustafov.
 
LA PARTITA Il Città di Sestu crea, Il Bubi Merano realizza: si può sintetizzare, soprattutto per quanto accade nei primi minuti della contesa, il primo tempo della sfida giocata al PalaDante. Pronti, via e dopo 41 secondi arriva il vantaggio ospite grazie ad un autogol di Asquer al termine di una carambola dopo la respinta di Etzi sul tiro di Manzoni, la reazione sestese è veemente e viene spinta da Dall’Onder ed Hozjan che vengono murati dal giovane portiere altoatesino. La formazione giallorossa attende guardinga e punisce in contropiede, a 3’56” Beregula firma il raddoppio sfruttando al meglio l’assist di Mustafov dopo una veloce ripartenza, i padroni di casa, punti nell’orgoglio, si ributtano avanti alla ricerca del gol che accorci le distanze, gol che arriva al minuto 5’46” grazie alla conclusione di Ruggiu al termine di uno schema su fallo laterale, prima della rete protagonisti ancora Hozjan e Dall’Onder ma Ninz non regala gioie. Spinti dalla segnatura, i campidanesi continuano a macinare gioco senza trovare fortuna, gli ospiti invece vanno a segno ancora una volta in transizione, questa volta a timbrare il cartellino è Ouddach per l’1-3 parziale. Da questo momento fino al duplice fischio sarà un monologo sardo, senza segnature, aperto da Dall’Onder e chiuso da Asquer, nel mezzo da segnalare le numerose parate di Ninz, le occasioni mancate, una su tutte quella di Ganzetti, ed i legni colpiti da parte di Hozjan e Ruggiu che lasciano il risultato invariato fino all’intervallo. Nella ripresa lo spartito non cambia tantissimo ma bastano 1’11” a Dall’Onder per accorciare le distanze sfruttando al meglio un invito su calcio d’angolo, poi le opportunità più ghiotte capitano sui piedi di Asquer e Mura ma non trovano il bersaglio grosso. Il Città di Sestu sembra faticare a trovare gli spazi per andare a rete, solo una giocata del singolo potrebbe sbloccare la situazione ed al 7’06” Ruggiu veste i panni del giocoliere e si inventa un eurogol: il mancino numero 17 aggancia una palla difficile partita dalle mani di Etzi, salta il diretto avversario con un controllo superbo, evita l’intervento di Ninz con un cucchiaio ed appoggia a porta sguarnita la sfera che vale il 3-3. Il Bubi Merano, subita la rimonta, si riaffaccia dalle parti di un Etzi sempre attento, i rossoblu vogliono i tre punti a tutti i costi ed affondano a testa bassa, Ninz deve ringraziare il palo sulla bordata di Dall’Onder e poi Caverzan sull’assolo di Hozjan destinato in fondo al sacco. La gara sta per entrare negli ultimi cinque minuti di gioco quando gli altoatesini raggiungono il bonus dei falli a loro disposizione, sulla punizione fischiata Ruggiu centra l’incrocio dei pali e Roberto Vanin chiama il time-out per calmare le acque. L’uscita dal minuto di pausa da parte degli ospiti è mortifera, infatti Mustafov perde palla e poi va a commettere l’infrazione che manda Dall’Onder dai dieci metri, il pivot si incarica di andare a calciare un pallone pesante e lo fa spedendolo a baciare il palo e poi l’angolino per il gol del 4-3 locale che fa esplodere di gioia il pubblico accorso al PalaDante. La compagine meranese si gioca il tutto per tutto schierando Ouddach come portiere di movimento, i ragazzi di mister Mura difendono bene ed a 18 secondi dal termine archiviano la pratica con l’hat-trick di Dall’Onder che vale il 5-3 finale.
 
L'ANALISI Il Città di Sestu strappa una vittoria con carattere e rabbia, tre punti importanti per la classifica e per il morale in vista della volata finale che partirà dalla settimana prossima con il match casalingo contro un Carrè Chiuppano alla ricerca di punti salvezza.
 
CITTÀ DI SESTU-BUBI MERANO 5-3 (1-3 p.t.) 
CITTÀ DI SESTU: Etzi, Asquer, Mura G., Hozjan, Dall'Onder, Epp, Casu, Fois, Ruggiu, Soro, Ganzetti, Pibiri. All. Mura M. 
BUBI MERANO: Ninz, Manzoni, Caverzan, Beregula, Mustafov, Ikoma, Simoncelli, Ouddach, Pupuleku, Vanin F., Bortoloso. All. Vanin R. 
MARCATORI: 0'41'' p.t. aut. Asquer (B), 3'56'' Beregula (B), 5'46'' Ruggiu (S), 7'09'' Ouddach (B), 1'11'' s.t. Dall'Onder (S), 7'06'' Ruggiu (S), 16'02'' t.l. Dall'Onder (S), 19'42'' Dall'Onder (S) 
AMMONITI: Manzoni (B), Asquer (S), Ouddach (B) 
ARBITRI: Maurizio Luigi Schito (Milano), Andrea Di Vito (L'Aquila) CRONO: Stefano Pani (Oristano)
 
Agenzia Uffici Stampa DirectaSport




Pubblicità