skin adv

Avellino alza l'asticella: "Acqua&Sapone all'altezza della Final Eight"

 19/03/2019 Letto 196 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ACQUAESAPONE





Scatta la settimana dello spettacolo del futsal: parte la Final Eight di Coppa Italia 2019 in Emilia Romagna. L’AcquaeSapone Unigross è la detentrice del titolo e si presenta all’evento con la coccarda tricolore sul petto, dopo il trionfo di Pesaro della passata stagione. La squadra del presidente Barbarossa è quella da battere per tutti: a coach l’arduo compito di ripetere le imprese dell’anno scorso. Si comincia giovedì alle 20:30 al PalaBigi di Reggio Emilia contro la Lazio. Un sorteggio solo apparentemente facile per i nerazzurri, contro gli ultimi in classifica della serie A. Ma in realtà è una trappola pericolosa: guai a sottovalutare l’impegno. Il ko di Eboli di pochi giorni fa insegna.
 
AVELLINO Luciano Avellino, 30 anni, centrale argentino arrivato l’estate scorsa, non ha mai vinto il trofeo e scalpita: “Sicuramente sarà una Coppa Italia molto difficile per noi, non è semplice difendere il titolo – ha detto ricevendo dal responsabile di Acqua Lilia, Giancarlo Di Giovanni, il premio di Miglior nerazzurro del mese – . Dovremo stare attenti fin dalla prima partita contro la Lazio e dare il massimo, essere all’altezza della manifestazione e cercare di arrivare in fondo, fino alla finale di domenica prossima a Faenza”. Bisogna cambiare subito registro e non dare nulla per scontato se si vuole staccare il biglietto per la semifinale di sabato prossimo al PalaCattani di Faenza contro la vincente di Real Rieti – Meta Catania. Sarà anche la prima volta del futsal italiano in diretta su SkySport (canale 202), con telecronaca di Daniele Barone e commento tecnico del ct Alessio Musti. Prima bisogna battere la Lazio: “La Lazio viene da un periodo positivo – dice ancora Avellino – , a parte l’ultimo ko contro la Came, in cui hanno comunque segnato quattro reti. Ma dobbiamo stare attenti e non dare nulla per scontato. Ci vuole la giusta cattiveria. Contro l’Eboli non siamo all’altezza, venerdì scorso, e dobbiamo cambiare chip per dare tutto quello che abbiamo per riportare l’AcquaeSapone Unigross a giocare una finale. Sarebbe molto importante per noi”.
 
Ufficio stampa A&S



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità