skin adv

Fortitudo, Aiello ci mette la faccia: “Senza A2 sarebbe un mio fallimento”

 05/04/2019 Letto 429 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    FORTITUDO FUTSAL POMEZIA





Assumersi le proprie responsabilità, per lui, non è mai stato un problema. Paolo Aiello non si nasconde neanche questa volta, in vista dei playoff. “Abbiamo l’obbligo di fare bene, e questo si può tradurre con una sola parola: promozione”. Nessuna scaramanzia, il diesse ha sempre parlato in modo chiaro e diretto. “Se non dovessimo battere le altre contendenti alla Serie A2, sarebbe un fallimento, mio e di Daniele Loscrì: siamo noi, d’altronde, ad aver costruito la squadra. Se non arriveremo a dama, mi prenderò le mie responsabilità”.

Parole forti, chissà che non servano da scossa. La Fortitudo, d’altronde, nelle ultime settimane ha dato risposte incoraggianti: “La verità è che finalmente, dopo una stagione tormentata, stiamo bene fisicamente - sottolinea Aiello -. La ruota, scongiuri a parte, sembra stia girando: l’importante adesso è evitare ricadute”. Al completo, Zullo e compagni non devono temere nessuno: “Rispetto per gli avversari, che come noi cercheranno la promozione, ma non abbiamo nulla da invidiare. So che, avendo perso quasi tutti gli scontri diretti, il mio discorso può apparire paradossale, ma la realtà è questa”. Aiello ci crede e carica la squadra: “Dobbiamo vendere cara la pelle. Ai giocatori chiedo solo di metterci qualcosa in più rispetto a quanto fatto finora. Le ultime tre gare della regular season? Utili per qualche esperimento e per dare spazio ad alcuni dei nostri giovani”. Centoventi di pura preparazione ai playoff: la testa di tutti, infatti, è già rivolta alla post season. Poi sarà tempo di verdetti: gloria o fallimento, non resta che aspettare.


Antonio Iozzo




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità