skin adv

Hornets, Rapanà fa il punto: “Testa all’U21, poi penseremo al prossimo anno”

 25/04/2019 Letto 335 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Alessandro Pau
Società:    SPORTING HORNETS





La stagione dello Sporting Hornets non è ancora terminata: infatti se la prima squadra ha raggiunto il proprio obiettivo, ottenendo la salvezza, c’è un U21 che deve ancora giocare gli ambitissimi playoff.

PRIMA SQUADRA – Il vicepresidente della società giallonera Giorgio Rapanà ripercorre la stagione dei ragazzi della Serie C1, che hanno ottenuto la permanenza nella massima categoria regionale grazie alla vittoria nel playout sul Cortina: “Il bilancio finale è positivo, abbiamo raggiunto gli obiettivi in entrambe le categorie. Non è stato per nulla semplice, avendo una squadra rivoluzionata rispetto alla stagione precedente, con tanti giovani ed un nuovo mister: i ragazzi hanno riscontrato delle difficoltà - spiega Rapanà -. Solo nelle ultime settimane, dopo due cambi di allenatore, sono usciti fuori l’orgoglio, la voglia di vincere e di farcela a tutti i costi. Mister Carello è riuscito a far emergere le potenzialità dei giocatori, cosa che durante l’anno si era vista a sprazzi. Alcune belle prestazioni, mai però tali da innescare la consapevolezza che la squadra potesse ambire a posizioni migliori rispetto a quelle che poi abbiamo realmente occupato. Questa sensazione a fine anno è stata capovolta - continua il vicepresidente -, con la squadra cinica nei momenti giusti, come Carbognano, Fabrica e Cortina, e in grado di portare a casa un risultato che sembrava ormai difficile da raggiungere”.

FUTURO – L’Under 21 dell’Hornets è ormai prossima a giocarsi le proprie carte nella post season. “I playoff sono un ottimo traguardo considerando la composizione del girone. Ora attendiamo il sorteggio e poi proveremo a toglierci qualche soddisfazione in più. Lo staff - afferma Giorgio Rapanà -, ce l’ha messa tutta in questa stagione, supportando al massimo sia la prima squadra che l’U21. Prossima stagione? Inizieremo a breve la programmazione, ma lo faremo dopo la fine dei playoff. L’unica cosa che è sicura è che continueremo con la linea verde, e poi vedremo se c’è qualcuno dei ‘grandi’ che vorrà prendersi una pausa e valuteremo i singoli casi”.


Alessandro Pau





Pubblicità