skin adv

Caraffa si riempie di gioia: “Finalmente un titolo col Casalbertone”

 09/05/2019 Letto 365 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Alessandro Pau
Società:    CASALBERTONE





Il laterale Daniele Caraffa ha appena concluso la sua sesta stagione in maglia giallorossa: un vero e proprio veterano del club, che ha potuto festeggiare il ritorno in C2 grazie al primo titolo conquistato con questa squadra.

IL CAMMINO – Quest’anno il Casalbertone non ha concesso praticamente nulla alle avversarie, terminando il proprio campionato con una sola sconfitta, maturata a titolo già acquisito. Daniele Caraffa analizza così il cammino stagionale suo e dei suoi compagni: “Innanzitutto credo che siamo capitati in uno dei gironi più tosti della categoria, e questo lo dimostra il fatto che è rimasto aperto fino a poche giornate dalla fine, nonostante noi le avessimo vinte tutte tranne una, pareggiata. Detto ciò - spiega Caraffa -, abbiamo giocato una stagione praticamente perfetta: abbiamo lavorato intensamente da agosto, facendo tante amichevoli con squadre di categoria superiore. Partita dopo partita abbiamo acquisito consapevolezza della nostra forza. Momento chiave? Credo la vittoria casalinga con il Real Colleferro nel girone di ritorno, unica squadra che fino a quel momento non avevamo battuto. Per me - prosegue il laterale -, è stata una grande soddisfazione essere riuscito, finalmente, a vincere un titolo con il Casalbertone, squadra con cui gioco da ormai 6 anni”.

SERIE C2 – Per Caraffa ed il Casalbertone la Serie C2 non sarà una novità, in quanto già affrontata in passato. In ogni caso, sia lui che i compagni avranno davanti mesi lunghi ed impegnativi, in cui dovranno lavorare per non farsi trovare impreparati all’appuntamento regionale: “Mi aspetto di confrontarmi con giocatori di un livello leggermente superiore a quelli incontrati in D, e questo è sicuramente uno stimolo in più - continua il laterale -, per lavorare ancora più intensamente. Noi puntiamo ovviamente a migliorare il nostro livello, poi vedremo cosa succederà. Infine - conclude Daniele Caraffa -, ringrazio mister Volpes e soprattutto la società per il loro impegno, che ci ha portati a raggiungere questo traguardo dopo anni di sacrifici”.


Alessandro Pau





Pubblicità