skin adv

Final Four, La Pisana punta il dito sull'AIA: "Che strano, guardate tutti" VIDEO

 12/05/2019 Letto 1307 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Redazione
Società:    LA PISANA





Ad una settimana esatta dalla Final Four di Serie C2, non si placano le polemiche per le tante decisioni dubbie dei direttori di gara nella finale Eur Massimo-La Pisana. Attraverso un video, il club di patron Casadio ha voluto mostrare a tutti, dal suo punto di vista, le ingiustizie subite.

CASADIO - “La premessa è che non ce l’abbiamo con l’Eur Massimo, la colpa non è la loro. Non mi aspettavo dichiarazioni del tipo ‘Siamo stati aiutati’: nessuno ci riuscirebbe dopo una vittoria, forse neanche noi. Nelle F4 alle quali abbiamo partecipato in quattro anni, abbiamo perso una finale sul campo contro la Cisco Roma e una semifinale: in entrambi i casi siamo usciti a testa alta e ci siamo stretti la mano con gli avversari, non siamo tipi che ci lamentiamo. Questo, però, è un caso particolare, notato da tutti gli addetti ai lavori del calcio a 5 regionale, i quali mi stanno riempiendo di telefonate. Lunedì sera è accaduto qualcosa di strano, continuiamo a denunciarlo perchè vogliamo essere di aiuto. Se gli arbitri della finale di Colleferro sono stati designati in quanto giudicati i più bravi e adatti a dirigere quel tipo di partita, evidentemente c’è qualcosa da rivedere, c’è un problema per l’AIA e i designatori. Ci ritroviamo con l’amaro in bocca, perchè sarebbe potuta essere un’altra partita. Probabilmente avremmo perso comunque: noi eravamo sfavoriti, di fronte c’era una squadra costruita per salire di categoria con grandi giocatori, che avevano fallito l'appuntamento con il successo in campionato, solo perchè hanno trovato un Laurentino stratosferico. In ogni caso, La Pisana è pronta a ripartire più forte di prima: io credo nel destino, forse doveva andare così. Rifaremo la C2, salire da ripescato è un’ipotesi che non è mi è mai piaciuta. L’allenatore è stato confermato, così come l’80% della rosa, abbiamo già previsto due innesti e stiamo lavorando per i giovani. Tutti gli amici di Andrea Di Lorenzo e le persone che ci hanno conosciuto in questi anni ci hanno fatto crescere, dandoci la voglia di spingere ancora di più. Vogliamo anche sviluppare un’idea di settore giovanile, stiamo cercando una figura da inserire nello staff che possa iniziare a improntare il nostro vivaio”.




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità