skin adv

Corigliano Rossano regina della C calabrese: le rosaoro volano in A2

 15/05/2019 Letto 146 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





Al PalaEventi, davanti a una buona cornice di pubblico, l’Asd Corigliano-Rossano batte il Futsal Catanzaro e festeggia la promozione in Serie A2 femminile. Nella ventiduesima e ultima giornata di C, le corissanesi superano l’ultimo ostacolo stagionale e agguantano la meta prefissata. Toccando quota 60 punti, le rosaoro chiudono un'avvincente cavalcata in testa alla classifica precedendo la diretta rivale Visioray Cz di due lunghezze. Alle ragazze di mister Labonia un plauso per la meta raggiunta frutto di carattere e di una conduzione impeccabile.

CAVALCATA ROSAORO - Punto di svolta della stagione la vittoria proprio nello scontro diretto casalingo, a Mirto lo scorso 24 marzo, contro la Visioray Catanzaro, che ha permesso il sorpasso e l’acquisizione della vetta, da quel momento in poi sempre difesa sino alla fine. Oltretutto, parlano i numeri in casa CoRos: 19 vittorie, 3 pareggi e 0 sconfitte e la miglior difesa del girone con 25 reti subite e 176 realizzate. Tra le marcatrici 32 gol per Carmen Nasso, 31 per Giusy Mirafiore, 26 Bianca Arcuri, 21 Bina Angela Ruffo, 20 Domenica Scicchitano, 14 da Paola Morrone, 12 Alessandra Marrazzo, 6 Maria Kiara Rose, 5 Annalina Valente, 3 Alessia Scardamaglia, 2 Miriana Perrella e Valentina Smurra, 1 Viviana Cimino e Maria Chiara Magliarella. Alle suddette protagoniste bisogna aggiungere il portiere Maria Rita Beltrano, abile nel guidare la difesa e nello sventare diversi gol, senza dimenticare il secondo portiere, per metà stagione, Fucile. Uno staff guidato da calcettiste esperte come le varie, Arcuri, Mirafiore, Marrazzo, Rose che hanno fatto da chioccia a tante giovani promesse dalle belle speranze. Un tecnico, Pasquale Labonia, anch’egli giovane che alla sua prima panchina tra le donne si è rilevato efficace e vincente. Un presidente, Francesco Galati, rampante e propositivo che ha saputo coinvolgere diverse anime, tra cui i partner, per la nascita di questa realtà e che con i piedi per terra può guardare avanti verso nuove ambizioni. Un vice, Pino Guerriero, vero collante tra squadra e società e che ha dovuto pagare anche pegno, dopo la promozione, con il taglio della barba nel post gara dell’ultima partita. Tra gli altri componenti i dirigenti Maria Guerriero e Mariagrazia Medaglia e il segretario Franco Santoro. Omaggiate dalla società con targhe ricordo, prima e durante la gara, diverse personalità giunte per l’occasione. Tra tutte Tonia Stumpo, consigliera di parità alla regione Calabria, Maria Rita Acciardi, consigliere federale Figc-Lnd accompagnata dal presidente distrettuale Giovanni Bruno e per la Fidapa il presidente della sezione di Trebisacce Silvia Mangone e seguita sempre per la stessa sezione jonica, per il progetto, Teaming Up, da Antonia Roseti. Sugli spalti un festante pubblico capace di incitare e gioire insieme alle ragazze in un giorno storico e speciale.

FESTA PROMOZIONE - Per la cronaca della sfida contro il F. Cz, nel primo tempo CoRos avanti con Scicchitano e pareggio delle ospiti con Moniaci. Nuovo vantaggio ancora firmato Scicchitano, che poco dopo triplica. La quaterna arriva, invece, dai piedi della Arcuri. Nella ripresa, le locali dilagano con Ruffo, Nasso, autrice di tre reti consecutive, doppia Mirafiore e Valente per il definitivo 11-1. Onore all’antagonista di una stagione come il Visioray Catanzaro, matematicamente ai playoff, che da domenica prossima si giocherà l’A2 e con la possibilità di ritrovarla anche il prossimo anno per nuove sfide. In casa CoRos, intanto, subito dopo la gara sono partiti i dovuti festeggiamenti che dureranno ancora qualche giorno. Dalle prossime settimane ci sarà tempo e modo per pianificare il futuro e pensare al riassetto societario e al mercato per puntellare l’organico. Obiettivo sarà ben figurare e mantenere l’A2 per poi magari ambire a nuove mete.


Cristian Fiorentino





Pubblicità