skin adv

Simone de Bella alla guida di Under21 e Under19: "Fiero di essere stato scelto"

 01/07/2019 Letto 302 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    S.S. LAZIO





Impossibile resistere al fascino della Lazio. Un richiamo troppo forte per tutti, anche per uno come Simone De Bella, che in campo ha scritto pagine indelebili di questo sport. Adesso la possibilità di consacrarsi nel ruolo di allenatore nel settore giovanile biancoceleste, dove guiderà il gruppo unico impegnato tra Under 21 Regionale e Under 19 Nazionale.

“Mi sento onorato, sono fiero che la scelta sia ricaduta su di me”, le prime parole di Simone, che non nasconde l’entusiasmo per questa nuova avventura. “Far parte di una società così importante è davvero un piacere”. Una chance nata per caso: “Un’idea scaturita dalla profonda amicizia che mi lega ad Andrea Colaceci. Me l’ha proposto e io ho immediatamente accettato. Ci siamo trovati subito: sono felice, motivato e con tanta voglia di iniziare”.

Il De Bella giocatore non aveva bisogno di presentazioni, il De Bella allenatore, invece, deve ancora farsi apprezzare fino in fondo. “Cosa chiederò ai ragazzi? Professionalità, disponibilità e il massimo impegno sia in allenamento sia in gara: che giochino un minuto o quaranta cambia poco, bisogna sempre dare il 100%”, continua Simone, approfondendo poi la sua filosofia. “Sono uno che crede nel lavoro: se semini bene, raccogli buoni frutti. La pensavo così da giocatore e la penso così anche da allenatore”.

Entusiasmo e convinzione di poter fare bene: “Ho già conosciuto i ragazzi, sono certo che si creerà un bel gruppo”. Il tecnico conosce le sue responsabilità: “La Lazio è una società ambiziosa e con una mentalità vincente. So che qui i risultati contano molto, ma questo non rappresenta un peso, bensì uno stimolo”. La pressione non ha mai costituito un problema per Simone: “Diciamo che sono già stato in qualche club blasonato - ricorda -. L’obbligo di puntare in alto deve rappresentare una spinta in più, non un problema: è questo quello che cercherò di trasmettere ai ragazzi, anche se molti di loro sono qui da anni, quindi sanno bene cosa significa giocare nella Lazio”.




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità