skin adv

Olimpus a due facce. "Creiamo tanto, ci manca la convinzione giusta"

 11/01/2017 Letto 292 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    OLIMPUS





LA SQUADRA - Ha iniziato il 2017 in maniera differente da come lo aveva finito. Con una sconfitta. Di nuovo con quell'Orte già vincente al debutto nel girone A di A2. Nella settimana che porta all'importante sfida contro l'Atlante Grosseto, Renato Serafini riavvolge il nastro.


LE DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA - "La partita è stata composta da due gare distinte". Il vice presidente dei capitolini spera di rivedere la parte più bella del roster di Ranieri, quella entrata in campo quando la frittata era già fatta. "Nel primo tempo è stato come se non fossimo entrati in partita; al di là della prima rete dell'Orte, venuta su schema da calcio d'angolo, avremmo potuto evitare gli altri goal. Abbiamo commesso delle distrazioni che, generalmente, non commettiamo - dice il vice presidente, in uno stralcio di un'intervista ufficiale - primo tempo chiuso sul 5-0, con un tiro libero a nostro favore sul quale è stato bravo il portiere avversario. Sullo scadere della prima frazione di gioco abbiamo schierato il portiere di movimento, continuando nella ripresa. Nel secondo tempo si è fatto male Osni Garcia che ha dovuto abbandonare il terreno di gioco. Abbiamo creato tanto, palo di Milani, traversa di Bacaro, c'è mancata la convinzione di entrare in campo in maniera diversa".

OLTRE IL DANNO, LA BEFFA - Come se non bastasse la sconfitta-bis con i viterbesi, Ranieri perde Osni Garcia a tempo indeterminato. "Sabato - conclude Serafini - è uscito piangendo". Tant'è.

Pietro Santercole




COPIA SNIPPET DI CODICE