skin adv

Octajano-Iamunno, si chiude la storia: "Futuro? Difficile migliorarsi, ora rifletto"

 17/05/2018 Letto 159 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    FULGOR OCTAJANO





Dall’Athletic Futsal Ottaviano alla Fulgor. Due anni intensi, una parentesi breve ma ricca di soddisfazioni prima di dirsi addio: il futuro di Vincenzo Iamunno non sarà legato ai colori rossoblù.

IAMUNNO - Contattato dalla nostra redazione, il tecnico ottavianese, deus ex machina del progetto guidato dal patron Fantini, ha dapprima analizzato la stagione appena conclusa: “Il bilancio non può che essere positivo. Come ogni anno, nella mia programmazione, mi ero posto l’obiettivo di migliorare la stagione passata nel gioco, nella gestione e nella crescita individuale di ogni calciatrice a disposizione. Abbiamo, da neopromossa al primo anno in A2, fatto un campionato più che dignitoso, sfiorando addirittura i play-off ed arrivando davanti a realtà storiche e consolidate. Certo, resta il rammarico di aver disputato un finale di campionato caratterizzato da diverse componenti a sfavore, ma non me la sento di trovare alibi: quello che è stato fatto si è fatto sempre nel miglior modo possibile. Posso solo ringraziare con il cuore una società sempre vicina e disponibile, che ha permesso al gruppo di lavorare sempre al top”.

GRAZIE - Ringraziamenti che riguardano non solo i vertici societari ma che coinvolgono tutto il gruppo: “Ci tengo innanzitutto a ringraziare ogni singola calciatrice, chi mi conosce sa bene quanto io sia esigente, le ragazze mi hanno seguito con impegno e professionalità. Un gruppo fantastico che mi ha insegnato tanto. Futuro? E’ tempo di riposo e riflessione. Sono stati due anni intensi e vincenti. Continuare con l’obiettivo di migliorarsi ancora sarebbe stato il massimo, consolidando le basi gettate in questi anni. Mi rendo conto però al contempo dei sacrifici di ogni genere portati avanti da tutte le componenti, partendo dal presidente, dai dirigenti, fino ad arrivare agli sponsor”.

I MOTIVI - Un ridimensionamento dei programmi da parte del club – così come si vocifera nell’ambiente – ed alcune divergenze con la società: queste le ragioni alla base dell’addio di Iamunno al progetto Fulgor. Intanto, il suo grande lavoro non ha lasciato indifferenti gli addetti ai lavori. E’ arrivata una proposta addirittura al di fuori dei confini campani, con un club blasonato, sempre appartenente all’universo femminile, pronto ad affidargli la panchina della prima squadra in Serie A d’Elite. Più facile, per ragioni puramente logistiche, che Iamunno riparta da un progetto tutto campano, tornando magari alla guida di una selezione maschile: “Sì, non nascondo che mi sono giunte diverse chiamate. Contatti che mi rendono orgoglioso, sia in ottica maschile che femminile, addirittura da fuori regione. Valuterò la cosa migliore da fare, resto alla finestra e solo al momento propizio prenderò la mia decisione”.


ottavianosport.it




COPIA SNIPPET DI CODICE