skin adv

Dal Provincia al rientro in campo? Perconti: “Mi è tornata la voglia di giocare”

 21/06/2018 Letto 859 volte

Categoria:    Tornei
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    PROVINCIA DI ROMA





Il Provincia di Roma di Matteo Perconti è iniziato con un’apparizione fugace. Cinque minuti contro il Sant’Agnese, nulla più. L’Atletico 2000 di Coccia aveva già dodici giocatori, il giovane presidente della Vigor sembrava quasi essere di troppo: “Ho detto a Vincenzo di dare spazio ai suoi ragazzi, anche perché dopo l’infortunio del 28 novembre 2015 non mi sono più allenato, disputando giusto un paio di partitelle lo scorso anno e l’ultima di C1 in questa stagione”.


I cinque minuti contro il Sant’Agnese, dunque, sembravano rappresentare, allo stesso tempo, sia l’inizio che la fine del suo Provincia di Roma, poi una svolta improvvisa: “Vincenzo mi ha detto che erano rimasti in pochi e mi ha chiesto di tornare, portando anche altra gente. Mancavano due partite e l’Atletico aveva bisogno di quattro punti per passare il girone e qualificarsi alla fase successiva”.


Detto, fatto. 2-2 con il Tor Sapienza, 3-2 con la Lositana. “Con il Tor Sapienza a fine primo tempo perdevamo 2-0. Poi, non chiedetemi come, mi sono svegliato e ho realizzato una doppietta fondamentale: ho accorciato le distanze con un bel gol e pareggiato all’ultimo minuto - racconta Matteo, capace di ripetersi anche contro la Lositana -. Siamo andati in vantaggio con una mia rete dalla distanza, un tiro a incrociare da posizione defilata, e abbiamo raddoppiato con un mio assist. Prima dell’intervallo, ci siamo fatti riprendere per colpa di due ingenuità, ma nella ripresa, grazie a Bascià, abbiamo trovato i tre punti, anche se con un po’ di sofferenza, visto che nel finale i nostri avversari hanno sbagliato un rigore e un tiro libero”.


Adesso la fase a eliminazione diretta: “Proveremo ad andare avanti, ma abbiamo già fatto un miracolo. La nostra squadra è composta da persone che ormai non giocano più o da gente che fa la Serie D, inoltre non ci conosciamo nemmeno. Per questo motivo, abbiamo dovuto giocare a uomo, trovando una vittoria di carattere contro una squadra, la Lositana, probabilmente più forte e organizzata. Posso dire, però, che la nostra qualificazione è stata più che meritata. Adesso vediamo che succede: noi non abbiamo nulla da perdere”.


Il Provincia di Roma, però, ha già avuto un effetto importante: “Mi ha fatto venire voglia di tornare a giocare sul serio - confessa Perconti -. Il mister della Vigor me lo chiesto, ma la C1, per uno che non scende in campo da tre anni, potrebbe essere troppo impegnativa, sia per il livello sia per quanto riguarda gli allenamenti. Lo spazio non sarebbe tantissimo, con il rischio di non riprendere mai il ritmo giusto. Una C2, invece, potrebbe essere la soluzione migliore, perché potrei divertirmi e ritrovare la forma con più facilità. Sto valutando l’idea di andare proprio all’Atletico 2000 di Coccia, in C2”. Un’idea che qualche mese fa sarebbe stata considerata folle, ma che adesso è un’ipotesi molto concreta: “La voglia di giocare è tornata, adesso devo vedere se è compatibile con i miei impegni lavorativi”.


Antonio Iozzo