skin adv

Italfutsal nota dolente. Quale futuro per Menichelli? Prende quota Max Bellarte

 08/08/2018 Letto 5170 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Pietro Santercole
Società:    ITALIA





Tre fiaschi negli ultimi due anni: un po' Europei, un po' Mondiali. L'umiliante settimo posto nel Ranking dell'Uefa, dietro perfino a nazionali come l'Ucraina e l'Azerbaigian, motivo principale per cui nella prima Uefa Futsal targata Champions League ci sarà una sola italiana. I primi mugugni dei club di futsal, infastiditi (LEGGI QUI) dai silenzi di Club Italia, quelli che hanno in mano le sorti delle Nazionali di calcio a 5, senza che la Divisione possa mettere bocca, o proferire parola. Un cittì in scadenza di contratto. Questa la situazione dell'Italfutsal. Una situazione in netta controtendenza coi numeri della stagione dei record, quella in cui 144 società maschili e 62 femminili hanno scelto di giocare a futsal nei campionati nazionali, nonostante l'Italfutsal non sia più il motore trainante di un intero movimento. Una situazione che dovrà risolversi in qualche modo nei prossimi mesi.

MENICHELLI - Il futuro di Menichelli è ancora da decifrare. Ecco, però, i primi rumors, che fanno rumore. Secondo indiscrezioni, infatti, il commissario tecnico, che potrebbe allenare le giovanili della Roma di calcio a 11, potrebbe estendere il proprio accordo con l'Italfutsal nonostante i pessimi risultati dell'ultimo biennio, restare perfino come supervisore della Nazionale e lasciando il ruolo di cittì a Massimiliano Bellarte. Una scelta che non sarebbe unanime, ma esclusivamente di Club Italia, con l'avallo di alcuni consiglieri. Questi i rumors estivi alla vigilia della stagione dei record. Una stagione dei record che ha bisogno dell'Italfutsal per portare il calcio a 5 nel posto che merita. Un'Italfutsal, però, radicalmente diversa da quella aspramente criticata e criticabile nell'ultimo biennio, magari, anche in mano a chi conosce veramente la materia-futsal.
 
Pietro Santercole