skin adv

#SerieA2Futsal, tris Petrarca. Super Cioli: Tombesi e Lido a pari punti! CMB ok

 09/02/2019 Letto 391 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Pietro Santercole
Società:    VARIE





Il Social Match di Ariccia regala pathos, spettacolo, un Cioli Ariccia Valmontone da copertina e una nuova coppia di capolista in vetta al girone B di #SerieA2Futsal. Non sbagliano, invece, Petrarca Padova e Signor Prestito CMB nella quattordicesima giornata, che segna il ritorno al campionato dopo la sosta per il doppio impegno della Nazionale in Romania.

GIRONE A - Vittoria sì, confermati precedenti stagionali, ma il Petrarca Padova non se la porta da casa con un gagliardo Villorba, a cui va l'onore delle armi. Urio e un'autorete di Vailati spingono la capolista di Giampaolo, avanti 2-0 all'intervallo, Mazzon cala il tris, ma il nazionale albanese Hasaj accorcia le distanze. C'è partita fino al rosso per l'altro albanese Rexhepaj. Il Città di Asti non lascia scappare la battistrada, è corsaro sull'isola (trascinato da un ottimo Fazio) e resta in scia del Petrarca. Così come il Mantova di Milella, che con la cooperativa del gol (cinque marcatori differenti) regola il Leonardo. Resa del Sestu, almeno per la promozione diretta: il solito Hozjan (diventato nel frattempo il top scorer del girone A) non basta ai sardi di Mario Mura, che crollano col Milano sotto i colpi di Vitor Renoldi, Marcello Esposito e Vini Sardella. Tre, come i punti preziosi presi dal Carrè Chiuppano della premiata ditta Jordi Hernandez-Halimi: i berici sconfiggono la L84 e approfittano del pari del Bubi con un Cdm Futsal Genova in calo per avvicinarsi alla zona salvezza.

GIRONE B - I quattro gol della Tombesi hanno un peso specifico molto più leggero rispetto alla pesantissima quaterna del Todis Lido di Ostia. Già, la squadra di Antonio Ricci entra tardi in partita nel Social Match di Ariccia con una grande Cioli: sotto 4-1 all'intervallo, Renan Pizzo prova a scuote gli abruzzesi, ma Peroni sigla il 5-2, inutile doppio Lara, finisce 5-2. Un risultato che rilancia sì il roster di Rosinha (ora in zona playoff), ma permette al Todis Lido di Ostia di agganciare la vetta: doppio Cutrupi, Gattarelli e Federico Barra griffano il poker della formazione di Matranga al Ciampino Anni Nuovi. Il Real Cefalù va sotto all'intervallo in quel di Prato, ma ribalta i lanieri sospinti dai guizzi di un Di Maria elevato al quadrato. Sabato da dimenticare per l'Aniene 3Z, sconfitto a Montecatini dal nuovo Futsal Pistoia della Legend Pippo Quattrini e, adesso, fuori dalla zona playoff. Non solo. I capitolini di Micheli sono anche tallonati da una Mirafin di Djelveh, molto convincente a Roma contro l'Olimpus. Roma C5 sempre in corsa per la salvezza: il dinamico duo Caique Silva e Ibra Ghouati è decisivo contro l'Atlante Grosseto, in un match da ben 18 marcature.

GIRONE C - Turno interlocutorio doveva essere, turno interlocutorio è stato. Più o meno. Vega l'alfiere del Signor Prestito CMB, che dà scacco matto al Torfit Castelfidardo di Guarino. Lolo Suazo il primus inter pares di un Sandro Abate corsaro al PalaDolmen con il fanalino di coda Futsal Bisceglie. Anche il Real Rogit è dominante in Puglia: Silon fa 26, convincente blitz dei rossanesi con il Sammichele. Fin qui, tutto secondo pronostico. Ma le insidie sono sempre dietro l'angolo, così come le trappole che scattano per Atletico Cassano, Futsal Cobà e, volendo, anche per il Barletta. I Pellicani di Parrilla sono sempre avanti nella sfida tutta pugliese con la Salinis, anche 6-3 nella ripresa. Ma non basta. Gli indomiti rosanero di Lodispoto restano sempre in partita e con una doppietta nel finale riacciuffano l'Atletico sul pirotecnico 7-7. In ottica playoff fa peggio un irronoscibile Cobà, sconfitta 3-0 dalla Virtus Rutigliano di Chiaffarato: match winner il solito Paolo Rotondo. Anche il Barletta si aspettava un risultato diverso dal pari con il giovane Rutigliano. E, alla fine, il 3-3 contro i napoletano è un punto guadagnato, con Gabriel.

Ufficio stampa Divisione





Pubblicità