skin adv

Hozjan top scorer. Ma per il Sestu è una giornata no: galeotto il Milano

 10/02/2019 Letto 75 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CITTA DI SESTU





Il Città di Sestu si ferma a Milano: dopo una settimana tribolata date le varie assenze che ne ha condizionato la preparazione della sfida in terra lombarda, i rossoblu vengono sconfitti per 7-3 dal match contro la formazione meneghina e salutano momentaneamente il podio. I quintetti iniziali non prevedono grandissime sorprese, i locali partono con Muratori tra i pali, Escobar, Esposito, Renoldi e Luca Peverini, con il fratello Marco out per squalifica, i sestesi, senza capitan Rufine appiedato dal giudice sportivo, rispondono con Zanatta, Asquer, Mura, Dall’Onder ed Hozjan.
 
LA PARTITA - L’avvio di gara è favorevole alla compagine lombarda che passa in vantaggio con la rete di Renoldi al minuto 2’05”, i sestesi provano a riequilibrare il match ma Dall’Onder centra il palo su punizione e Asquer spara alto, poi un rigore fischiato per un intervento falloso di Ganzetti permette ai padroni di casa di trovare il raddoppio ancora con Renoldi. Il doppio svantaggio anima i campidanesi ed Hozjan, complice l’errore di Muratori, accorcia le distanze ma lo stesso estremo difensore si fa perdonare salvando due opportunità capitate sui piedi di Ganzetti, sul fronte opposto Zanatta viene impegnato severamente dalle ripartenze veloci portate dai giocatori di Sau. Negl’ultimi istanti del primo tempo si accende la partita: al 18’11” Hozjan impatta sul 2-2 con un diagonale chirurgico, trascorrono poco più di quaranta secondi e Renoldi riporta avanti il Milano aprendo il minuto da incubo per i rossoblu che subiscono anche il 4-2 per mano di Esposito a cinque secondi dall’intervallo. Nella ripresa esce un Città di Sestu pronto a tutto pur di raddrizzare l’incontro, Hozjan e Dall’Onder hanno due ghiotte occasioni per andare a rete ma a trovare la via del gol è invece Sardella, bravo ad approfittare di un errore in fase d’impostazione ed a firmare il 5-2 al 5’42”. La rete stordisce gli uomini di Mario Mura che si lanciano in avanti ma trovandosi davanti Esposito e compagni ben posizionati in davanti alla loro porta, il tecnico sestese si gioca la carta del quinto uomo con Zanatta prima e con Asquer successivamente, venendo premiato dalla scelta con il tap-in vincente di Ganzetti al 12’14”, poi i meneghini prendono le misure e con concedono più un centimetro. Al 16’15” il Milano archivia la pratica concludendo al meglio una transizione con il tocco finale di Sardella che vale il 6-3, Esposito aumenta il passivo sul 7-3 concludendo a porta sguarnita.
 
L'ANALISI - Una giornata no per il Città di Sestu, punito forse anche in maniera fin troppo pesante in questo match e sarà chiamato ad archiviare la partita di Gorgonzola già dalla prossima giornata dove al PalaDante arriverà quel Mantova che, dopo la vittoria contro la Leonardo, ha soffiato il terzo posto ai rossoblu.
 
MILANO-CITTÀ DI SESTU 7-3 (4-2 p.t.) 
MILANO: Muratori, Escobar, Esposito, Peverini L., Renoldi, Mauri, Santagati, Spampinato, Kebbaj, Schiavone, Brioschi, Sardella. All. Sau 
CITTÀ DI SESTU: Zanatta, Mura G., Hozjan, Asquer, Dall'Onder, Etzi, Epp, Tola, Fois, Ruggiu, Soro, Ganzetti, All. Mura M. 
MARCATORI: 2’05”, 6’10” e 18’52” Renoldi (M), 6’49” e 18’11” Hozjan (S), 19’55” Esposito (M), 5’42” e 16’15” s.t. Sardella (M), 12’14” Ganzetti (S), 19’42” Esposito (M)
ARBITRI: Carlo Adilardi (Collegno), Mirco Rossini (Firenze) CRONO: Francesco Paolo Spinazzola (Barletta)
 
Agenzia Uffici Stampa DirectaSport