skin adv

Provincia di Roma, il Savio dei giovani c’è. Riccialdi: “Ci aspettiamo molto”

 10/05/2019 Letto 378 volte

Categoria:    Tornei
Autore:    Redazione
Società:    PROVINCIA DI ROMA





Iniziano a scaldarsi sempre di più i motori per quello che riguarda il Torneo Provincia di Roma. Numeri importanti quelli registrati quest’anno, con la bellezza di 22 squadre ai nastri di partenza. Una delle realtà da anni presenti nel torneo organizzato da Vincenzo Coccia, è certamente il Savio, campione uscente della precedente edizione. Anche quest’anno ci sarà la partecipazione della squadra di Marco Riccialdi, che ha dovuto però chiedere alla sua formazione Under 19 di prendere parte alla competizione, in quanto la Prima Squadra, militante in Serie B, non poteva partecipare.

ASPETTATIVE – Riccialdi è pronto per provare a portare a casa il trofeo. “Si rinnova il nostro sodalizio con il Provincia di Roma, quest’anno il lavoro di Vincenzo Coccia è stato superlativo, arrivando a creare un torneo con moltissime formazioni ma soprattutto di livello molto alto. Sicuramente, partendo da squadra detentrice del trofeo, faremo del nostro meglio per ripeterci. Quest’anno, non potendo partecipare con la Prima Squadra, abbiamo deciso di partecipare con la formazione Under 19, la cui stagione è terminata anzitempo. Stiamo valutando anche l’innesto di qualche altro giocatore, per dare profondità ulteriore alla rosa. Speriamo che questi ragazzi riescano a ripagare le aspettative della società, che si aspetta comunque il massimo da loro”.

FATTORE CAMPO – Una delle location del torneo è proprio il campo di Via delle Nespole, da sempre sede del club. “Il nostro obiettivo è ripeterci - ribadisce Riccialdi -. Noi scendiamo sempre in campo per vincere, ma è chiaro che giocando con la squadra giovanile le difficoltà saranno alte. Noi vogliamo che i ragazzi capiscano che crediamo in loro, e che comunque il torneo si gioca nel nostro campo, perciò è ben evidente che ci teniamo a fare una bella figura. Non sarà facile, ma ritengo che siano all’altezza del compito, e mi auguro che questa consapevolezza sia ben ripagata”.


Giuseppe Nebbiai





Pubblicità