skin adv

Mirafin, Gioia ritrovata. Capitan Moreira: "E ora sotto a chi tocca"

 12/02/2019 Letto 204 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    MIRAFIN





Dopo cinque gare la Mirafin torna a vincere con un  largo 7 a 2. La sosta di due settimane ha rigenerato una squadra che sul filo di lana non riusciva a portare a casa l'intera posta pur fornendo un ottimo gioco.
 
LA PARTITA - Al fischio d'inizio le due squadre pensano a non prenderle, si studiano, mentre l'equilibrio regna sul campo di gioco, anche se la squadra di Salustri prova a scardinare la difesa avversaria con Emer che calcia a lato, e con Nuninho che tira di poco alto. A tre minuti dal termine Pizzoli porta in vantaggio l'Olimpus ma la replica non si fa attendere, Nuninho infila Ducci con una conclusione precisa. La ripresa è tutta della Mirafin, bastano 42" secondi a Emer per siglare il 2-1 su una punizione calciata da Gioia. La squadra rossoblu è padrona del campo, la difesa non lascia spazi ai padroni di casa, tanto che Mazzuca deve solo intervenire tre volte dicendo di no a Di Eugenio e Renan. Al minuto 6' Moreira si fa trovare pronto per mettere in rete l'assist di Nuninho. Sul 3-1 la Mirafin continua a spingere, Gioia vede libero Djelveh che al volo insacca. La Mirafin dilaga segnando tre reti in rapida successione. Dopo due assist Gioia si fa un regalo siglando il 5-1 con Joca Santos a fornire il passaggio. Bastano 30" e Djelveh firma la sua doppietta personale. Al 15' non poteva mancare bomber Rengifo per il 7-1. Nel finale Salustri fa esordire il classe 2000 Gianmarco Picchi mentre Martinelli subentra tra i pali a Mazzuca. A pochi secondi dal termine Kamel rende meno amara la sconfitta siglando il 7-2.
 
MOREIRA - Capitan Moreira: "Siamo entrati in campo con il coltello tra i denti, volevamo a tutti i costi i tre punti, abbiamo offerto una grande prestazione, ed ora sotto a chi tocca". 
 
Ufficio Stampa Mirafin




Pubblicità