skin adv

Futsal Cobà, una outsider ad Asti. Bagalini: "Obiettivo finale di Coppa Italia

 14/03/2019 Letto 215 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    FUTSAL COBA





Un altro fine settimana da scrivere nella storia per il Futsal Cobà, che salirà alla volta di Asti per vivere per il secondo anno consecutivo l’avventura Finals di Coppa Italia. A presentare le sensazioni della vigilia in casa Sharks, Stefano Bagalini, capitano, anima e bandiera di questa squadra sin dalla sua nascita.
 
Qual è lo stato di forma della squadra?
"Ci sentiamo bene. Alcuni ragazzi, come Juanillo e Sgolastra, reduci da infortuni, non sono ancora al 100%, ma stanno lavorando sodo e stringendo i denti per tornare al top della forma il prima possibile. La frattura al piede ha messo fuori causa Borges. A livello numerico però ci siamo: in rosa abbiamo elementi validi e chiunque va in campo dà il massimo per la squadra”.
 
Che opinione avete sull’avversario della semifinale?
"L’avversario lo conosciamo, è la squadra più quotata di tutta la categoria. In campionato ci siamo già affrontati. All’andata in casa loro abbiamo perso di un gol giocandocela fino alla fine, sabato invece al fotofinish in casa nostra siamo riusciti a pareggiare. Hanno tantissime qualità, giocatori importanti che hanno fatto la Serie A1. Abbiamo rispetto ma non timore. Conosciamo i loro lati positivi, ma anche quelli negativi e lì dovremo essere bravi a colpirli”.
 
Quali sono gli obiettivi per queste Finals?
"Andare in finale. Quando si tratta di partite secche può succedere di tutto. Ci siamo qualificati meritatamente e siamo tra le prime quattro squadre d’Italia: chi ha l’obbligo di vincere non siamo certamente noi. Ci godremo questa vetrina dando il massimo, speriamo davanti a un folto pubblico, senza il peso dei pronostici. Due anni di campionati nazionali ci hanno portato due volte alle Finals. Un motivo di grande orgoglio per la società e per noi giocatori”.
 
Che cosa si può dire ai vostri tifosi e a tutti quelli che sabato al gol del pareggio avevano le lacrime agli occhi?
“Ai nostri tifosi dico di farci sentire il calore di sabato. Sembrava di essere tornati alle emozioni dell’anno scorso ai playoff e alle Finals. A Padova, nel loro palazzetto contro il Petrarca, i venti venuti dalle Marche si fecero sentire più degli oltre 200 locali. Le lacrime di chi fa sempre tutto con amore e passione sabato le abbiamo viste e ci hanno toccato. Vogliamo dare ancora grandi soddisfazioni a chi tiene a noi e ci è sempre vicino”.
 
Ufficio stampa Futsal Cobà




Pubblicità