Categoria: Serie A

Autore: Ufficio Stampa

Pubblicato il: 11/10/2017

Letto: 191 volte

Milano, la difesa sul banco degli imputati: "Stanno emergendo tutti i nostri demeriti"

Milano, la difesa sul banco degli imputati:

La sconfitta del Milano tra le mura amiche del PalaSedriano è ancora viva. Il 6-5 in favore della Lazio subito sabato scorso per la 3^ di campionato di serie A ha scosso un po’ l’ambiente che, comunque, deve pensare necessariamente alla prossima gara in programma sabato a Imola (ore 15:00). La stagione è solo all'inizio, per i biancorossi può e deve crescere la consapevolezza che in questa categoria ci può stare solo se in campo la grinta e la concentrazione sono massime. La vittoria contro la Feldi Eboli al debutto, e poi i ko con la Came Dosson e la Lazio, infatti, hanno dimostrato che l’armata biancorossa non è inferiore a nessuno. Più che altro, nelle due sconfitte consecutive a Dosson di Casier e a Sedriano, la squadra di Daniele Sau ci ha messo del suo.


L'ANALISI - Lo ha dichiarato lo stesso tecnico biancorosso. “Abbiamo perso una partita subendo due reti da metà campo con Laion, una di testa su rilancio con le mani sempre di Laion, e le altre l’abbiamo subite con la sponda della traversa – dice Sau -. Una partita che sembrava potesse finire con ancora più gol in cui sono emersi i meriti della Lazio ma anche i nostri demeriti. Troppi gol presi, mentre in fase offensiva non siamo riusciti a concretizzare le occasioni gol che ci sono capitate. Un commento tecnico e tattico su questa gara è difficile da fare – continua l’allenatore del Milano -, mi rivedrò la partita per capire che cosa non ha funzionato”. Inizia una nuova settimana e quindi ci sarà modo di lavorare durante gli allenamenti anche se la tegola dell’assenza per infortunio di Alan resta, visto che il brasiliano ne avrà per un po’. “Le assenze di Tondi e Alan sono state pesanti per noi – dichiara Sau -, ma a Imola ritroveremo in porta Fabio, mentre per Alan ci vorranno almeno quattro settimane di stop”. E proprio a Imola il pensiero di Sau si proietta. “Non sarà una partita facile, ma dobbiamo andare con la convinzione di poterci riscattare”.


Ufficio stampa Milano



ARTICOLI CORRELATI

Tondi para la crisetta: "Milano, iniziamo a essere più cinici sottoporta"

19/10/2017 MILANO Milano si lecca le ferite nel tentativo di eliminare, nel più breve tempo possibile, le lacune viste nelle ultime tre uscite di ...

C'è da salvare solo Garga: Milano, contro la Lazio è una sconfitta pesante

08/10/2017 MILANO Il Milano esce con le ossa rotte dalla sfida casalinga contro la Lazio per la 3^ giornata di campionato di Serie A. La squadra allenata da ...

Time out Sau: "Milano, dobbiamo ancora entrare nella mentalità della Serie A"

03/10/2017 MILANO La sconfitta per 6-3 in casa della Came Dosson non deve fare scandalo perché le ultime due marcature della squadra allenata da ...

No Urio, no party. Ingenuo Milano: l'analisi della sconfitta con il Came Dosson

03/10/2017 MILANO Il ko a Dosson di Casier viene vissuto in casa del Milano C5 in maniera differente. Dalla serie: il bicchiere è metà pieno ma ...