skin adv

Torres di nuovo profeta in patria: doppia Sotgiu e Dasara, 3-2 al Granzette

 13/11/2017 Letto 92 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    TORRES





Vittoria soffertissima ma molto importante per la Torres C5 che torna a vincere al ”Palasantoru” contro un grandissimo Granzette, formazione veneta che ha destato un’ottima impressione per quanto offerto questo pomeriggio al pubblico sassarese.

PRIMO TEMPO - Le rossoblu scendono in campo con Spissu, Uras, Puggioni, Dasara e Marchese. Pronti via e dopo pochi secondi la Torres trova la rete al primo affondo: assist di Uras sul secondo palo per Dasara, facile tap-in per l’1-0 che spezza l’equilibrio. Le ospiti rispondono subito con una percussione centrale di Longato, Spissu sventa col piede e registra il suo primo intervento di giornata. Poco dopo ci prova Puggioni con un destro da fuori, Grandi si fa trovare pronta e respinge la conclusione potente ma centrale. Ancora Torres in avanti con Dasara che tenta la doppietta, tiro smorzato in angolo dall’ottima opposizione della retroguardia di mister Bassi. Fin dai primi minuti la gara evidenzia un’elevata intensità in campo, frutto del ritmo dato dalle due squadre che giocano in velocità per trovare la via del gol senza troppi tatticismi. All’8′ il Granzette si rende pericolosissimo con un’altra percussione centrale stavolta di Di Tavi: puntata forte, decisa ma centrale che sbatte contro Spissu, decisiva in uscita bassa. Tuttavia, il nostro portiere sarà ancora protagonista con numerose parate in virtù della fortissima pressione esercitata dalle arancio. Il primo vero brivido del momento d’oro delle ospiti è di Vannini: tiro a botta sicura poco fuori il limite dell’area ma conclusione di poco alta sopra la traversa. La Torres prova a spezzare il predominio ospite con la gran giocata di Canu: Ilaria lavora da pivot spalle alle porta, si libera della diretta avversaria con un bel movimento e con un sinistro potente impegna severamente Grandi. Al 14′ rischio enorme per le sassaresi: da un errato disimpegno difensivo nasce una doppia occasione per le ospiti che mandano a lato da posizione favorevolissima. Gli ultimi 5 minuti vedono protagoniste ancora Spissu e il capitano Andreasi: doppia chance per la numero 8 che Simona sventa brillantemente senza troppi affanni. Purtroppo il gol è nell’aria e le tante occasioni create, alla lunga, permettono al Granzette di trovare il varco giusto per il pareggio: al 16′ un velenoso destro di Piccinardi passa in mezzo a tante gambe rossoblu e si infila rasoterra sul secondo palo. Tutto da rifare per Desole che prova a scuotere le squadra con qualche cambio. Poco dopo un fallo di Puggioni consente alle ospiti di calciare un tiro libero: si incarica della battuta Di Tavi, Spissu respinge ancora una volta di piede. L’ultimo sussulto della prima frazione è della coppia Puggioni-Dasara: azione personale di Adriana, tiro mancino a botta sicura che svernicia il palo; Arianna, invece, si libera agevolmente della diretta marcatrice ma il suo destro finisce a lato davvero di poco. Finisce 1-1 un bel primo tempo al ”Palasantoru” per intensità di gioco e occasioni create da parte di entrambe le squadre.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa le sassaresi provano a riaccendersi ma il Granzette non si fa sorprendere come successo all’inizio del primo round. Le ospiti, galvanizzate dalla buona prestazione, rispondono colpo su colpo e ”rischiano” di raddoppiare con una colossale occasione di Vannini: la numero 3 veneta salta in bello stile Spissu ma centra il palo a porta vuota, seppur da posizione defilata. Le sassaresi non ci stanno e da un angolo di Puggioni prima Dasara, poi la stessa Adriana sfiorano la rete del sorpasso. Come nel primo tempo, anche la ripresa è una continua giostra di emozioni che si susseguono in pochi secondi: neanche il tempo di rammaricarsi per le occasioni sciupate che il Granzette ci prova ancora e sbatte per l’ennesima volta contro Spissu, eccellente nella spaccata salva risultato. Con maggior enfasi, ora le arancio si fanno preferire anche a livello tecnico, caratteristica che sinora non è stata del tutto evidente nonostante i tanti pericoli creati nella difesa locale. Al 7′ doppia occasione rossoblu con Marchese e Puggioni: Sabrina si fa murare da Grandi, mentre il tiro a porta vuota di Adriana – che raccoglie la respinta – si spegne poco alto sopra la traversa. Ora la pressione è tutta a favore delle nostre ragazze che premono incessantemente per trovare la seconda rete del pomeriggio. Ma nel nostro momento migliore, ecco l’ennesima clamorosa occasione per il Granzette: perfetto scambio Paolucci-Di Tavi-Paolucci, sinistro potente della numero 4 che si stampa fortunatamente sulla traversa. Sul capovolgimento di fronte il contropiede rossoblu non si concretizza per la bravura di Grandi: Sotgiu scarica per Boi sulla sinistra, Elena tira a botta sicura e trova la grandissima parata della numero 12 che salva il risultato. Ancora Boi, poco dopo, si fa notare con una conclusione in diagonale sulla perfetta imbucata di Marchese, palla fuori di un soffio. Al 13′ arriva la prima svolta per la vittoria della Torres: Sotgiu recupera una palla sporca e si inventa un gran gol dalla destra con un diagonale beffardo ai danni di Grandi: è il 2-1 delle rossoblu, il ”Palasantoru” può finalmente gioire. Proprio sul più bello, come se non bastasse, la gioia dura un paio di minuti per il nuovo pari ospite: al 15′ arriva il gol del Granzette con Longato, abile a sfruttare un altro errore in disimpegno con un destro che si infila tra Spissu (che aveva miracoleggiato sulla prima conclusione) e Puggioni. Al 17′ nuova e definitiva svolta del match: sinistro al fulmicotone di Sotgiu, la palla sbatte tra la traversa e al di la della linea, l’azione prosegue in rapidissima successione con Canu che la butta definitivamente dentro senza l’ausilio della goal line technology. Rete comunque da attribuire a Sotgiu poiché il potente sinistro aveva varcato interamente la linea di porta. Al 18′ la Torres potrebbe raddoppiare con la strepitosa azione di Canu: stop vellutato in seguito ad un’imbucata alta, dribbling secco a rientrare sulla diretta concorrente e destro potente ed angolato che sibila il palo! Ilaria avrebbe meritato decisamente maggior sorte dopo questa bellissima azione. All’ultimo secondo, con la Torres che difende la vittoria con tutte le sue forze, l’ultimo brivido lo regala Longato ma la sua deviazione sul lancio lungo del portiere si spegne sul fondo.

L'ANALISI - Finisce 3-2 una grandissima partita per intensità ed occasioni create, con la Torres che torna alla vittoria sul proprio campo soffrendo ma ottenendo la posta in palio come auspicato alla vigilia. Menzione doverosa e davvero tanti complimenti al Granzette che ha dimostrato di essere una squadra forte e che non merita assolutamente l’attuale classifica. Nel prossimo turno le sassaresi saranno impegnate a Mantova contro il San Pietro.


TORRES-GRANZETTE 3-2

MARCATRICI: 1′ Dasara (T), 16′ Piccinardi (G), 13′, 17′ Sotgiu (T), 15′ Longato (G)

TORRES: Spissu, Boi, Zonza, Dasara, Marchese, Ficarotta, Puggioni (C), Sotgiu, Canu, Valenti, Carboni, Uras. All:

GRANZETTE: Omietti, Iaich, Vannini, Paolucci, Sinigaglia, Costa, Di Tavi, Andreasi (C), Longato, Piccinardi, Gresele, Grandi. All: Bassi

AMMONITE: Puggioni (T)


Stefano Migheli
Ufficio Stampa Torres