skin adv

Un dirigente multitasking per l'Italpol. Bizzarri: "L'efficienza al servizio del mio club"

 17/11/2017 Letto 451 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Francesco Puma
Società:    ITALPOL





In quattro stagioni, a parte il giocatore, Giacomo Bizzarri ha fatto quasi tutti i ruoli possibili e inimmaginabili a livello tecnico e dirigenziale. Prima l'allenatore della prima squadra in Serie D, poi quello dell'Under 21 e infine quello di team manager. Bizzarri è uno di casa, un fedelissimo della società che rappresenta l'istituto di vigilanza. “Al momento non sto ricoprendo solo questa carica, ma sono anche allenatore in seconda e match analyst. Mi definisco un tuttofare, in vero e proprio stile Italpol. Metto al servizio del club efficienza e multifunzionalità”.

Bizzarri è il collante tra squadra e società: “Un ruolo che nasce per esigenza – racconta – un trade union tra tutti i componenti della nostra famiglia. Mi viene spontaneo, è nel mio carattere mettere insieme, unire, raccordare e allineare. Credo che una società sportiva, per raggiungere un obiettivo, necessita di una grande organizzazione interna e di un'ottima fluidità nella comunicazione. La presenza negli allenamenti da parte della società ultimamente era involontariamente diminuita a causa del grande impegno profuso in direzione della scuola calcio. Il d.g. Chiauzzi è tuttora concentrato a tempo pieno in quello che riteniamo il futuro della società, ovvero il settore giovanile”. Che, pur essendo nell'anno zero, sta andando a gonfie vele: “Sappiamo delle difficoltà di promuovere un sport secondario rispetto al calcio a 11, ma siamo anche consapevoli che la prospettiva di giocare al chiuso attira sempre più le famiglie. Tant'è che il nostro prossimo passo sarà un palazzetto anche per i più piccoli”.

Intanto, buone notizie arrivano anche dalla prima squadra in testa alla classifica: “Domani abbiamo un big match con quello che riteniamo l'avversario più forte del nostro girone, l'Ecocity Cisterna. Conosco personalmente il valore di Bonmati e Javi. Sappiamo che sarà battaglia vera, ma aspettavamo con ansia queste partite e non abbiamo assolutamente timore”.


Francesco Puma




COPIA SNIPPET DI CODICE