skin adv

#CoppaDivisione, il ritorno della Bestia: Lukaian porta l'A&S agli ottavi

 07/11/2018 Letto 103 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ACQUAESAPONE





In palio c’è l’ottavo di finale al PalaSavelli e l’AcquaeSapone Unigross non vuole mancare all’appuntamento. Contro il Futsal Cobà, arrembante novità della serie A2, il coach spagnolo tiene comunque a riposo l’infortunato Ercolessi, l’acciaccato Lima e i due stakanovisti Murilo e Mammarella. Tra i pali c’è ancora Miraglia, nei dodici il baby Iervolino, il 19enne Casciano (in campo già al 5’ nel secondo quartetto) e, soprattutto, il pivot Lukaian, che torna ufficialmente sul parquet dopo 4’10’’.
 
LA PARTITA - Il Cobà con l’ex Mazoni, lo spagnolo Ossorio e l’italobrasiliano Vavà non ha nessuna intenzione di farsi mettere i piedi in testa e lotta con energia e ordine. La partita si scalda dopo 6’36’’: Lukaian vicino al gol, il suo tocco morbido viene scacciato sulla linea da Ossorio. Passa un minuto (7’30’’) Lukaian lancia sulla parallela sinistra Calderolli, controllo e palla al centro per Coco che di piatto già pregusta il gol: Moretti è reattivo e sbarra la strada. Il portiere marchigiano si ripete poco dopo contro Bertoni e dà il via alla ripartenza velocissima di Sgolastra che firma il clamoroso vantaggio Cobà prima del 9’. A metà tempo la squadra di casa si salva due volte in pochi secondi, prima su Avellino e poi su Coco. Se non è un assedio quello che si vede al PalaSavelli, ci va molto vicino. E merita un premio: dopo 11’35’’ Bertoni offre a Lukaian la palla del pari, la “Bestia” non fallisce e fa 1-1. La partita si spegne un po’ nei minuti seguenti e i nerazzurri si fanno sorprendere da un’altra ripartenza, Miraglia s’immola uscendo fuori dall’area e franando su Sgolastra: espulsione per l’ex portiere del Pesaro. Tra i pali dal 16’ tocca a Luan Fiuza, subito provvidenziale al 17’ e al 18’ su Lamedica. Smaltita la penitenza dell’inferiorità numerica, il primo tempo si chiude con il palo di Calderolli. Nella ripresa, i nerazzurri vanno a pressare il Cobà fin dentro l’area quasi. Per quasi otto minuti si gioca ad una sola porta, fino al vantaggio di Coco Wellington, che fa cadere la resistenza locale. Questa volta non si ripete il clichè della prima parte: Calderolli e compagni non smettono di tartassare Moretti, anche se il gol della quasi certezza arriva solo su rigore: Bagalini intercetta con la mano in area un tiro di Lukaian, lo stesso pivot su rigore firma la doppietta per il 3-1.
 
FUTSAL COBA’ – ACQUAESAPONE UNIGROSS 1-3 (p.t. 1-1)
FUTSAL COBA’: Moretti, Ossorio, Torresi, Basso, Vavà, Sgolastra, Bagalini, Quondamatteo, Zacheo, Lamedica, Mazoni, Mancini. All. Cafù.
 
ACQUAESAPONE UNIGROSS: Miraglia, Iervolino, Casciano, Cuzzolino, Calderolli, Lukaian, De Oliveira, Fiuza, Bertoni, Coco Wellington, Avellino, Jonas. All. Pérez.
 
ARBITRI: Tiberio di Teramo e Oliviero di Pesaro, crono Massicci.
 
MARCATORI: nel p.t. 8’46’’ Sgolastra (FC), 11’35’’ Lukaian (A), ; nel s.t. 7’35’’ Coco Wellington (A), 13’35’’ Lukaian (A, rig.).
 
NOTE: espulso al 16’05’’ p.t. Miraglia (A); ammoniti Sgolastra (FC), Lamedica (FC), Bagalini (FC).
 
Ufficio stampa A&S