skin adv

Casalbertone sempre più leader, ma Volpes resta cauto: “Non è finita”

 08/03/2019 Letto 178 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Alessandro Pau
Società:    CASALBERTONE





Nella 15° giornata il Casalbertone strapazza il San Francesco per 16-1. Una prova di forza che testimonia la qualità della capolista che, però, come avvisa mister Andrea Volpes, è ancora lontana dal poter rilassarsi. Ora c’è il San Raimondo.

NO STOP – La marcia del Casalbertone verso la conquista del titolo prosegue a vele spiegate: la capolista del Girone C di Serie D, unica squadra ancora imbattuta, ha fino ad ora collezionato 40 punti, frutto di 13 vittorie ed un pareggio: la diretta rivale, il Villalba Ocres Moca, ha 3 punti in meno, pur avendo giocato un match in più. I ragazzi di mister Volpes, infatti, devono recuperare una gara con il Real Atletico Roma, altra inseguitrice della capolista. Intanto, nell’ultimo turno, il Casalbertone si è imposto nel match col San Francesco, penultima forza del campionato, con un perentorio 16-1 che non lascia spazio ad interpretazioni. La prossima giornata vedrà la squadra confrontarsi con l’Atletico San Raimondo, in trasferta. Andrea Volpes: “Arriviamo a questa sfida con la consapevolezza di essere la prima in classifica - spiega -. Sappiamo di andarci a giocare una sfida impegnativa contro una buona squadra: faremo il massimo per vincere”.

CORSA A 2 – Considerando gli attuali 3 punti di vantaggio del Casalbertone dal Villalba, e la partita da recuperare contro l’Atletico Roma, i ragazzi di mister Volpes potrebbero presentarsi allo scontro diretto del 5 aprile con 6 punti di vantaggio: una vittoria in quel match laureerebbe la squadra campione con tre gare d’anticipo. Mister Andrea Volpes, però, preferisce non fare voli pindarici né perdersi in calcoli troppo lontani: “Sicuramente il Villalba non mollerà facilmente, e lo scontro diretto sarà un crocevia fondamentale - afferma il tecnico -. La nostra squadra è stata costruita per essere protagonista: ci sono ancora partite difficili da giocare, dovremo dimostrare il nostro valore. Il nostro percorso fin qui è maturato grazie alla professionalità dei giocatori. Se credo nella vittoria finale? Sì, ci credo”.


Alessandro Pau





Pubblicità