skin adv

Frassati, l’acquisto Passerini in clima derby. “Questa gara non si gioca, si vince”

 12/12/2018 Letto 336 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Marco Panunzi
Società:    FRASSATI ANAGNI





L’Anagni del futsal è in fermento per il derby: il sabato che arriva è quello della sfida tra Frassati e Città dei Papi, una gara molto sentita per via della vicinanza territoriale. Stefano Passerini (nella foto insieme al presidente Marinelli), appena arrivato dal Paliano, si cala subito nella nuova realtà, chiamando a raccolta le forze del suo nuovo roster in vista dell’importante appuntamento.

MERCATO – Era iniziata come un sogno, ora l’avventura del Frassati Anagni in Serie C2 sta assumendo molto nitidamente i contorni della cruda realtà. Manni e i suoi, nell’ultimo mese foriero di un solo punto, si sono ritrovati dalla camera con vista playoff all’essere sprofondati in piena bagarre playout. “Un po’ la situazione è figlia delle uscite del mercato, in parte è per la molta sfortuna. Purtroppo siamo numericamente corti ma la società si sta muovendo bene per ovviare al problema”, il pensiero di Stefano Passerini, movimento in entrata del sodalizio di Cesare Marinelli. Il pivot 35enne è un giocatore esperto delle dinamiche regionali, avendo vestito casacche in ogni categoria dalla C1 alla D. “Oltre a me sono arrivati altri rinforzi, in più sta tornando qualche ragazzo che ha risolto dei problemi lavorativi che gli impedivano di allenarsi con frequenza”. Sicuramente il mercato anagnino è uno di quei fattori che può ridare slancio ad un roster in crisi di risultati da 5 turni.

DERBY – Uno dei primi impegni ufficiali per il nuovo giocatore appena trasferitosi dal Paliano è senz’altro uno dei più suggestivi. Sabato alle 17.30, sul campo del Frassati, andrà in scena il derby anagnino, quello col Città dei Papi. “La squadra sta bene, nel complesso. L’unico dubbio è legato al nostro capitano, dobbiamo vedere se recupererà per giocare: ma se così non fosse non ci sarebbe alcun problema. Vogliamo tornare a fare punti”, la determinazione di Stefano, unita alla speranza di rivedere in campo Michele Maggi, portiere e uomo con la fascia al braccio del club, infortunatosi alla mano sinistra nella gara col Paliano. La gara col Real è importante per tre motivi: primo, perché è l’occasione giusta per tornare a esultare; secondo, perché distanziarsi dalle ultime 3 posizioni potrebbe evitare al Frassati il playout (con uno scarto di più di 8 punti non ci sarebbero spareggi); terzo, perché è un derby. “Il derby non si gioca, si vince. Ad ogni modo, a livello di classifica non sarà decisiva: penso piuttosto che lo sarà sicuramente a livello emotivo e di ambizione”.


Marco Panunzi





Pubblicità