skin adv

TCL, Di Massa e la ricetta per ripartire: "Umiltà, determinazione, cattiveria"

 30/01/2019 Letto 268 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    TCL MOVE UP





In una serata opaca, è stato lui ha portare gli arancioneri sul 2-1 al 22’ della ripresa contro la Femminile Lazio. Di fatto, la marcatura che ha offerto la premessa giusta per mettere in cascina altri 3 punti. Ma un passo indietro secondo Dario Di Massa, una prestazione confusa e senza idee.

FEMMINILE LAZIO – L’ultima gara del girone di andata non ha offerto lo spettacolo desiderato per gli arancioneri: unica nota positiva i 3 punti, visto che la prestazione non è stata all’altezza del 4° posto in classifica occupato dai ragazzi di Bartoli. “A mio avviso la nostra partita peggiore finora e spero vivamente che lo rimarrà. Tanti errori tatticamente e tecnicamente, scelte sbagliate in varie zone, situazioni e fasi di gara. Difficile trovare il perché, non siamo riusciti a mettere in pratica ciò che abbiamo imparato”, il pensiero di Dario Di Massa, giovanissimo pivot andato a rete nella serata contro la Femminile Lazio, il suo gol ha aperto le danze per il doppio vantaggio finale. “Forse ci siamo adagiati troppo sull’1-0 iniziale, pensando di avere già in tasca il risultato. Un passo indietro, non abbiamo mostrato le cose che abbiamo fatto nostre in questi 5 mesi di cammino, come se ci fossimo scordati tutto: sembravamo proprio un’altra squadra”.

GIRONE DI RITORNO – Chiuso il primo mese di futsal del 2019, si apre un febbraio che porta con sé gli impegni della seconda parte del torneo: primo rivale il Velletri, sconfitto all’andata al Maracanà grazie alla doppietta di Verga e alle marcature di Cavinato, Colagrossi e Papa (5-3 il finale). “Mi aspetto una gara opposta a quella di venerdì scorso, dobbiamo subito imporci e riuscire a mettere in pratica il nostro gioco. Vogliamo dimostrare di essere una squadra da temere, con l'obiettivo di arrivare più in alto possibile”. Tornare ad offrire performance qualitativamente migliori, questo è l’imperativo arancionero. A cominciare dal match coi veliterni, in serie positiva da 3 giornate. Dario ha la ricetta per farlo. “Umiltà, per non perdere di vista l'obiettivo; determinazione, per renderlo realizzabile; cattiveria agonistica, per non rimpiangere nessuna prestazione”.


Ufficio Stampa TCL Move Up