skin adv

TCL Move Up, i numeri della prima Serie D. Napolitano: “Classifica giusta”

 09/05/2019 Letto 133 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    TCL MOVE UP





Si chiude il primo campionato federale per il sodalizio dei Latini, nato l’agosto scorso. La sconfitta sul campo della Femminile Lazio lascia in eredità la graduatoria finale, coi suoi numeri e le sue statistiche. In attesa dell’inizio delle ostilità del Provincia di Roma, Umberto Napolitano traccia il suo bilancio sulla Serie D.

FEMMINILE LAZIO – L’ultima serata non è andata esattamente come sperava il roster arancionero. Bartoli e i suoi, dopo aver iniziato col piede giusto segnando il primo gol della gara, sono stati letteralmente travolti dall’intraprendenza dei padroni di casa. “Sicuramente il mister ci aveva dato la carica giusta per chiudere quanto meno la stagione in maniera adeguata. Il problema, forse, è stato quello di aver abbassato la guardia dopo la rete, nonostante ci fosse tutta una partita da giocare”, l’opinione di Umberto Napolitano, laterale 29enne, sui binari presi dall’ultima uscita stagionale sua e dei suoi compagni. La Femminile Lazio, dopo la sconfitta per 3-1 incassata al Roma 3Z il 25 gennaio, si è vendicata con gli interessi. “I gol che abbiamo subito sono nati da circostanze in cui abbiamo cercato la giocata difficile, purtroppo regalando palla ad un avversario che in seguito trovava la difesa sguarnita. Nella ripresa abbiamo osato col portiere di movimento ma la speranza di un recupero è risultata vana”.

POSIZIONE – La trasferta al circolo La Mirage consegna anche la classifica finale. La TCL Move Up blinda l’ottavo posto in graduatoria, 27 punti in 22 partite frutto di otto successi e tre pareggi (Tor Tre Teste e due volte Atletico San Raimondo). “La posizione finale purtroppo rispecchia il nostro cammino: abbiamo vissuto momenti emozionanti a livello di prestazioni, dove i risultati si sono visti a suon di punti, e altri fatti di buone prestazioni ma terminati con pareggi o addirittura sconfitte”. Note esaltanti, note dolenti. Queste ultime sono riassunte dal dato dei gol subiti, troppe le 87 marcature incassate dagli arancioneri per sperare di finire nella parte alta della classifica; ma a fare da contraltare c’è la proposta offensiva, 92 realizzazioni (3° attacco del girone C) siglate da 14 giocatori diversi. “Abbiamo dovuto scontare una fase del campionato in cui gli uomini più esperti e carismatici della squadra causa infortunio non ci hanno potuto aiutare. Ma di positivo c’è che si è creato un gruppo serio, dedito ai consigli del mister e agli allenamenti”.


Ufficio Stampa TCL Move Up





Pubblicità