skin adv

#futsalEURO, obiettivo quarti: l'Italia passa se... potremmo perfino pareggiare

 25/01/2022 Letto 878 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Redazione
Società:    ITALIA





Il doppio pareggio con Finlandia e Slovenia, se da una parte evidenzia un magro bottino, dall’altra permette comunque alla Max Italia di restare padrona del proprio destino in ottica qualificazione ai quarti, obiettivo dichiarato a inizio Europeo.

VINCERE a questo punto contro il Kazakhstan (venerdì ore 17.30, sempre a Groningen) diventa fondamentale per il passaggio del turno. Ma non l’unico, numeri alla mano.

LA NAZIONALE si qualificherebbe anche con un altro pari, a patto che Slovenia e Finlandia ad Amsterdam facciano lo stesso nella terza e ultima giornata del girone B, in contemporanea con la sfida di Groningen. Non basterebbe, però un pareggio identico: l’italfutsal dovrebbe segnare comunque due gol più della Slovenia, tradotto in esempi pratici. Se Kazakhstan-Italia dovesse finire 2-2 e Slovenia-Finlandia 0-0, saremmo noi a passare. Idem se al Martini Plaza dovessimo pareggiare 3-3 coi semifinalisti mondiale e l’altra sfida terminasse 1-1. E così via, sempre con lo stesso ritornello: l’Italia deve pareggiare con due gol fatti in più della Slovenia.

C’E’ UN CASO però nel quale se dovessimo pareggiare con un gol in più rispetto al pari della Slovenia, saremmo noi a passare. Pari in tutto con Hozjan e soci: la discriminante a quel punto (esempio 2-2 noi e 1-1 la Slovenia) sarebbero i cartellini. Anche qui purtroppo siamo sotto. E anche di tanto: noi abbiamo collezionati 8 gialli, la Slovenia 2. Quindi servirebbero almeno 6 ammonizioni in più da parte degli sloveni, oppure due espulsioni, perché i rossi valgono 3 punti-penalizzazioni. In caso di parità anche nel computo dei cartellini gialli, l’ultima discriminante sarebbe il ranking, quello sì favorevole a noi rispetto alla Slovenia.

Redazione C5Live





Pubblicità