skin adv

Cioli, il bilancio di Rosinha: “Peccato uscire così. U19? Possiamo sognare in grande”

 22/05/2022 Letto 278 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Alessandro Pau
Società:    CIOLI ARICCIA





Il tecnico della prima squadra e dell’Under 19 della Cioli Ariccia, Everton Rosinha, traccia un lungo e profondo bilancio sulla stagione delle due categorie regine. Da una parte c’è la prima squadra, terza in regular season nel Girone F di Serie B, che ha detto precocemente addio ai sogni promozione perdendo con un sonoro 0-7 al PalaKilgour contro l’Alma Salerno; dall’altra, l’Under 19 che, dopo il secondo posto alle spalle della Roma in campionato, ha superato tre turni di playoff, eliminando anche gli stessi giallorossi, e domani si giocherà gli ottavi di finale in casa del Napoli.

Mister Rosinha, qual è il bilancio conclusivo sulla stagione della prima squadra?
Facendo un bilancio di questa stagione per noi non può che essere positivo. Abbiamo fatto non solo esordire, ma anche fatto giocare con continuità, tanti dei nostri ragazzi giovani, confermando quanto fatto di buono negli anni. In vista del futuro e delle regole sui formati questo per noi è un vantaggio. Siamo partiti con una penalità per quanto successo lo scorso anno e con alcuni giocatori che non hanno partecipato nelle prime giornate. Abbiamo costruito una nuova squadra, cambiando la maggior parte della rosa, e poi ci siamo compattati nel mercato invernale, con innesti che hanno fortificato e completato il roster. Da lì abbiamo avuto un buon ruolino di marcia, facendo 8 vittorie su 9 partite, che ci hanno permesso di recuperare i punti di penalità e arrivare con due giornate di anticipo ai playoff. Siamo arrivati al terzo posto dopo una lunga battaglia con Domitia e Salerno. Dispiace per il finale, perché chi vede il risultato non comprende il lavoro che c’è stato dietro. Dispiace perché era una partita tra due squadre che si equivalgono, il risultato è frutto di una tensione eccessiva, soprattutto dovuta alla mancata esperienza di alcuni giocatori. Dobbiamo fare esperienza di questa partita in vista del futuro. Abbiamo tenuto bene fino al 2-0, poi non ci siamo stati più con la testa e abbiamo anche preso tanti cartellini. Devo ringraziare la Società che ci ha permesso di fare una bella stagione e i ragazzi che hanno sempre dato tutto. Ripartiremo con una base più forte e solida per crescere e alzare l’asticella”.

L’Under 19 domani sera si gioca l’accesso ai quarti di finale dei playoff Scudetto, come arrivate a questa gara?
“Siamo in salute, veniamo da una sequenza di partite importante, in cui abbiamo superato i tre turni di playoff, Questi ci hanno dato consapevolezza delle nostre forze per sognare di andare fino in fondo. La partita col Napoli sarà difficilissima, giocheremo fuori casa, ma quando ci siamo guardati in faccia abbiamo capito che tutti questi anni di lavoro ci hanno permesso oggi di avere un’esperienza in più e di conoscere le categorie. Oggi arriviamo più forti e preparati per portare il nome della Cioli Ariccia il più in alto possibile. Ci sono tanti avversari forti con caratteristiche e potenzialità importanti, noi però siamo uniti e ci crediamo tantissimo. Partita per partita, ora pensiamo al Napoli, poi penseremo alla prossima come abbiamo fatto fino a questo momento”.


Alessandro Pau




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità