skin adv

Bologna-Roma e L84-Marconi le finali Scudetto Under 15 e 17

 28/06/2022 Letto 722 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





Nella prima semifinale U15 del PalaRossini di Ancona il Bologna sblocca a 1.26 con Pizzirani che incrocia con il piatto su assist dalla sinistra, dopo poco un tiro di Benincasa da distanza ravvicinata viene alzato in angolo da Cosenza. Dopo un primo time-out è Gnudi a parare una conclusione angolata della Gear Siaz mentre poco dopo solo una scivolata di Pizzirani salva una conclusione di Sanalitro. Poi a 7.42 raddoppia il Bologna con Libra che sfrutta l’assist di Pizzirani per segnare a porta vuota. Dopo poco, al 9.29 accorcia il Gear Siaz Piazza Armerina con Papa che tira ad incrociare dopo un doppio passo sulla destra. Passati i 10 minuti il portiere del Bologna riesce a sventare un due contro uno, facendo rimanere il risultato sul 2-1 al termine del primo tempo.

A 3.19 della ripresa il portiere della Gear Siaz evita un gol colpendo con la mano fuori dall’area, essendosi trovato sull’esterno del campo. Lo stesso Cosenza toglie poi la gioia del gol a Pizzirani e Benincasa intervenendo su dei tiri ravvicinati. A 5.45 la squadra capitolina reagisce colpendo il palo con un tiro di punta da parte di Sanalitro. Con in passare dei minuti ambo le squadre arrivano al tiro in diverse circostanze senza generare pericoli importanti fino ad arrivare a 11.10 quando Pizzirani colpisce la traversa per il Bologna. Poco dopo, a 12.36 i felsinei segnano il 3-1 con Libra che insacca a termine di un’azione corale sviluppata sulla sinistra. Nel finale, i ragazzi di mister Diana si scoprono e permettono agli emiliani di siglare il 4-1 al 14.47 con Pizzirani (tripletta per lui) su assist di Libra: risultato finale che manda in finale il Bologna contro la Roma Calcio a 5 nella giornata di domani.

BOLOGNA-GEAR SIAZ PIAZZA ARMERINA:4-1
Marcatori: pt 1.26 Pizzirani (B), pt 7.42 Libra (B), 9.29 Papa (P), st 14.47 Libra (B).

BOLOGNA: Gnudi, Zaccarelli, Rosa, Libra Avarado, Benincasa, Briguglio, Pizzirani, Della Rocca, De Pace, Cambrini, Notaro, Bini.
All. Taccogna.
GEAR SIAZ PIAZZA ARMERINI: Cosenza, Diana, Cavallaro, Pisano, Tudisco, Papa, Romano, Sanalitro, Schillaci, Farina, Mascara, Tamurella.
All. Diana.

Ammoniti: Romano (G), Cosenza (G)


Nella seconda semifinale Under 15 la sfida inizia con più tiri per ambo le squadre con Tommaso Ceccarelli che prima sfiora la rete dalla sinistra e poi infila in porta dalla distanza con una conclusione potente: è vantaggio per la Roma al 3.33. Al 5.39 rispondono i piemontesi con l’1-1 di Ferrara che pesca l’incrocio con il mancino da posizione defilata. Gli Orange si propongono poi in avanti con più insistenza e impattano la traversa da lontano con Ferrara, il cui tiro viene deviato dal portiere giallorosso. Per i capitolini a mettersi in proprio a meno di cinque minuti dal termine è Di Giacomo che dribbla un uomo sulla sinistra ma conclude addosso a Cesari. Azione che viene seguita da un girata del numero 10 giallorosso Di Giacomo che sfila a lato di poco. Sempre la Roma impegna il portiere avversario nel finale di frazione, in particolare con lo spunto di Melito dopo essersi voltato vicino alla porta. La pressione dei capitolini dà i suoi frutti letteralmente all’ultimo secondo del primo tempo: al 15.00 Melito concretizza davanti alla linea di porta un’azione costruita sulla destra per il 2-1.

A inizio ripresa l’Orange Futsal Asti pareggia subito: Cigliuti parte in azione personale, salta due uomini e infila l’angolino basso per il 2-2 a 0.18. La squadra allenata da Di Vittorio va vicina al nuovo vantaggio con Tommaso Ceccarelli che supera un avversario ma chiude troppo la finalizzazione, potente, sulla destra. La Roma sembra mettere più apprensione alla difesa piemontese, prova è il fatto che Thomas Ceccarelli non va lontano dalla rete con una botta sul primo palo proveniente dal lato sinistro. Le azioni pericolose si tramutano poi nel 3-2 a 9.54 con Santopaolo che conduce una percussione, dribbla due uomini e poi segna prendendo in controtempo il portiere avversario. L’Orange Futsal Asti va istantaneamente vicina al pareggio con Alves che in scivolata, su un pallone lungo a tagliare l’area, trova l’esterno della rete. Il pressing finale dei ragazzi in maglia arancione non è sufficiente per pareggiare la partita, la Roma Calcio a 5 accede quindi alla finale contro il Bologna.

ROMA CALCIO A 5-ORANGE FUTSAL ASTI: 3-2
Marcatori: pt 3.33 Ceccarelli To. (R), pt 5.39 Ferrara (O), pt 15.00 Melito (R), st 0.18 Cigliuti (O), st 9.54 Santopaolo (R)

ROMA CALCIO A 5: Pastore, Di Bari, Ceccarelli Th, Jovanovic, Losi, Callara, Ceccarelli To., Di Giacomo, Melito, Volpicelli, Santopaolo, Iacob.
All. Di Vittorio
ORANGE FUTSAL ASTI: Cesari, Amico, Ambrogio, Rissone, Caracciolo, Parola, Basso, Casorzo, Ferrara, Alves Rodrigues, Cigliuti, Vercelli, Zappa, Palumbo.
All. Alves Rodrigues

Ammonito: Santopaolo (R)


L'inizio della prima semifinale U17 che decreta vincitrice la L84 vede la squadra piemontese tentare più volte la via della porta ma la vera prima occasione è del Napoli che ruba palla con Bellanca in avanti, per poi chiudere sul primo palo ma trovare la parata di Iossa. Risponde dopo 5 minuti la L84 con un tiro in corsa di Novo che termina alto. Lo stesso numero 10 ritenta con uno schema da calcio di punizione, schiacciando però la conclusione in modo eccessivo. La squadra piemontese sembra organizzare il gioco in maniera più fluida e difatti giunge al tiro più volte, a 10.33 arriva poi quello decisivo: un'azione tutta di prima intenzione libera a porta sguarnita Meneghini che insacca l'1-0. Dopo la rete, il canovaccio non cambia con la squadra in maglia bianca che orchestra manovre ed i partenopei che tentando delle sortite sporadiche, l'andamento è suffragato a 15.28 dal 2-0 di Zago che in complicità con Novo sfruttano un buco centrale del Napoli - vincendo anche un rimpallo - per siglare il raddoppio. Il Napoli a 16.29 però approfitta di una leggerezza in disimpegno che permette ai campani di muovere palla a terra e servire Bellanca sul secondo palo per il 2-1. A 50 secondi dal termine i piemontesi sfiorano il nuovo allungo: Russo dalla trequarti stampa il suo tentativo sul palo dopo un'uscita imprecisa del portiere. Occasione che chiude anche il primo tempo sul 2-1.

A inizio ripresa il Napoli si porta in avanti con veemenza, la prima occasione è però piemontese: Zago ispira sul lato e offre l'assist centrale a Russo che conclude a lato. A 5.02 la L84 dopo un forcing insistito trova il 3-1: Bruno si trova nel punto giusto e devia in rete un tiro che sarebbe finito largo. A 6.05 arriva subito il 4-1: la palla si sposta da destra a sinistra con qualità: un rimpallo favorisce poi Pirozzoli che appoggia in gol.
Il Napoli si mostra in avanti e costringe Parmeggiani ad un intervento col piede ma poi i partonepei rischiano di subire un gol direttamente dalla difesa avversaria, essendo il portiere in avanti: solo la traversa li salva.
L'assalto finale del Napoli porta ad una traversa colpita su un disimpegno sbagliato della L84, di contro espone la squadra a ripartenze rapide. Inoltre i piemontesi congelano il possesso e guadagnano un rigore a 19.48 che realizza il portiere: Parmeggiani tira forte e segna il 5-1 definitivo che vale la finale contro lo Sporting Club Marconi

L84-NAPOLI: 5-1
Marcatori: pt 10.33 Meneghini (L), pt 15.28 Zago (L), pt 16.29 Bellanca (N), st 5
02 Bruno (L), st 6.05 Pirozzoli (L), st 19.48 Parmeggiani (L).

L84: Parmeggiani, Pirozzoli, Butnaru, Pepé, Schettino, Calà, Bruno, Meneghini, Russo M., Novo, Zago, Brignolo.
All. De Felice
NAPOLI: Senese, Nappi, Coppola, Iossa, De Simone, Matarazzo, Ariante, Piretti, Bellanca, Kyermeh, Vigliotti, Russo A.
All. Damani

Durante l’avvio della seconda semifinale lo Sporting Club Marconi si propone in più circostanze verso l’area avversaria senza però generare occasioni eclatanti: Caramia, Giampaolo e Pompili si fanno vedere e creano gioco ma il portiere Scatto si prodiga in degli interventi che mantengono la parità. A metà tempo una conclusione da fuori di Grifi incoccia in una deviazione che Scotto riesce ad intuire, salvando il risultato per la Fenice Venezia Mestre. La partita poi si sblocca a 12.08 con Ceccarelli che di controbalzo usufruisce di un lancio profondo infilandolo sotto la traversa per l’1-0. A cinque minuti dal termine arriva un’occasione per ambo le squadre in cui i portieri stoppano due tiri a botta sicura nel giro di trenta secondi: Fionchetti su Origgi e Scotto su Serino. Poco dopo arriva il pareggio: Bellu fugge sulla sinistra e mette in mezzo un pallone Pompili devia al volo in porta. Ancora Bellu a due minuti dall’intervallo si butta in percussione centrale e impegna, in diagonale, l’estremo difensore avversario.

Con l’inizio della ripresa tornano gli attacchi dello Sporting Club Marconi che impensierisce i veneti in più frangenti ma proprio la Fenica sfiora il vantaggio con un Origgi che imbeccato sulla sinistra colpisce il palo opposto anticipando la conclusione. A 9.11 poi lo Sporting ritorna in vantaggio: uno schema su punizione dà spazio a Tatumirak che segna di prima da fuori area per il 2-1. I gialloneri tengono il pallino del gioco e a 10.46 guadagnano un tiro libero in virtù dei 6 falli totali commessi dalla Fenice: Giampaolo però si fa parare il tiro. I biancoverdi col passare della frazione alzano l’intensità alla ricerca del pareggio ma ciò li espone a dei falli in ripartenza, così avviene quindi lo Sporting usufruisce di un altro tiro libero: questa volta Ceccarelli segna al rete del 3-1 a 13.41. Dopo dieci secondi, altro tiro libero: Tatumirak prende il palo esterno. Nel finale è ancora Ceccarelli a inserirsi ma non segna la tripletta per pochi centimetri in due azioni diverse.

SPORTING CLUB MARCONI-FENICE VENEZIA MESTRE: 3-1
Marcatori: pt 12.08 Ceccarelli (S), pt 15.40 Pompili (F), st 9.11 Tatumirak (S), st 13.41 Ceccarelli (S)

SPORTING CLUB MARCONI: Fionchetti, Grifi, Ceccarelli, Tatumirak, Serino, Spadaro, Giampaolo, Terracina, Gilibertì, Caramia, Pompili, Limentani,
All. Maurizi
FENICE VENEZIA MESTRE: Scatto, Mattiazzi, Sorato, Bellu, Franzoi, Nuzzo, Da Villa, Mignola, Origgi, Simion, Finotti, Baldresca.
All. Landi

Ammonito: Da Villa (F)




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità