skin adv

Came Dosson, sconfitta con parapiglia: tanta amarezza a Pesaro

 12/01/2019 Letto 321 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CAME DOSSON





Sconfitta amara per la Came Dosson nella trasferta di Pesaro: gli uomini di mister Rocha hanno affrontato a viso aperto la corazzata biancorossa e hanno condotto meritatamente in vantaggio la gara per diversi minuti: solo un episodio molto discutibile a metà della ripresa ha rimesso in gioco il Pesaro ribaltando le sorti di una gara chge la Came avrebbe quantomeno meritato di pareggiare.
 
LA CRONACA - Prima frazione di gioco che parte subito su buoni ritmi e le emozioni non tardano ad arrivare. La Came fin dalle prime battute affronta l’avversario a viso aperto e dopo appena due minuti dal fischio d’inizio passa in vantaggio con Grippi che sfrutta lo spunto di un ispiratissimo Cainan e appoggia comodo in rete da posizione ravvicinata. La reazione di Tonidandel e compagni non tarda ad arrivare e dopo diversi tentativi respinti dalle maglie biancoblu arriva il pareggio di Fortini che riceve spalle alla porta, si gira velocemente e calcia la palla alle spalle di Pietrangelo. La Came è comunque sempre bene in partita e riparte a macinare gioco: dopo aver impegnato Miarelli in un paio di occasioni arriva il nuovo vantaggio che porta la firma di Cainan autore di un autentico gioiello  a conclusione di una veloce ripartenza, una rete da guardare e riguardare, di quelle che fanno innamorare per questo sport. La gara si mantiene in equilibrio: il Pesaro continua nel forcing offensivo, la Came respinge bene e punge con le ripartenze. Sviercoski (capitano a causa del forfait di Bellomo) e compagni ricorrono spesso al fallo per fermare gli avversari, il bonus dei cinque falli viene presto esaurito e i padroni di casa hanno per due volte l’occasione di andare al tiro libero: lo specialista Pietrangelo non si fa sorprendere e blocca le conclusioni di Salas e Mancuso. I secondi finali del primo tempo sono infuocati, e quando sembra che la Came possa andare negli spogliatoi in vantaggio arriva il pareggio beffa di Taborda. Avvio di ripresa con il Pesaro protagonista che schiaccia i biancoblu nella loro area costringendoli agli straordinari in fase difensiva; gli uomini di Rocha stringono i denti e compatti  ribattono colpo su colpo i tentativi dei padroni di casa. Gli uomini di mister Colini rifiatano dopo cinque minuti di gioco su ritmi molto alti e la Came colpisce chirurgica con Bertoni che riporta in vantaggio i biancoblu grazie alla prima rete in maglia Came. Il tema della gara che si mantiene bella e vivace non cambia: il Pesaro non ci sta e riprende ad attaccare a testa bassa, la Came difende compatta e punge con le ripartenze.
 
L'EPISODIO - Al 12’ l’episodio che cambia la gara: con Igor a terra il Pesaro continua a giocare e sfruttando la superiorità numerica trova la rete con Borruto e innesca la reazione tra le fila biancoblu da cui nasce un parapiglia che gli arbitri riescono sedare sventolando i cartellini rossi a Sviercoski e Salas; per la Came oltre al danno la beffa visto che alla ripresa del gioco si trova in inferiorità numerica e subisce immediatamente la rete del 4-3, questa volta ad opera di Mateus. Mister Rocha cerca di riorganizzare i suoi e gioca subito la carta del quinto uomo di movimento ma il Pesaro difende bene e con Tonidandel trova la rete del 5-3 che a che a pochi minuti dalla fine chiude la gara.
 
Ufficio stampa Came Dosson




Pubblicità