skin adv

Italfutsal U19: vittoria inutile. Tarantino amaro: "Il rammarico aumenta"

 30/03/2019 Letto 594 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ITALIA





La nazionale italiana Under 19 chiude a testa alta il suo impegno al Main Round di qualificazione a UEFA Under 19 Futsal EURO. Eliminati dopo due partite a causa delle sconfitte contro Inghilterra e Slovacchia, gli Azzurrini si tolgono lo sfizio di battere la Croazia – che aveva già timbrato il pass per la Lettonia – davanti ai suoi tifosi: al Mladost di Karlovac finisce 1-0 per la squadra guidata da Carmine Tarantino, che trova il gol-vittoria a metà ripresa con Valerio Giulii Capponi.

LA PARTITA Tarantino dà una chance a Fior tra i pali, mentre davanti parte con un quartetto composto Ciciotti, Joao Victor, Lo Cicero e Rivella. Il primo acuto è proprio del capitano dell’Italia, ma Radaj – portiere della Croazia – risponde presente e mette in angolo. Al minuto 12’50’’ ha un’ottima occasione Palmegiani, che solo davanti al numero 1 avversario si fa murare. C’è lavoro anche per Fior, che mette angolo sulla conclusione di Vukelić, ma il primo tempo si chiude sullo 0-0. Nella ripresa è ancora Lo Cicero che prova a suonare la carica, ma il tiro del capitano non è preciso. A metà del secondo tempo gli Azzurrini passano, grazie a un bel gol di Giulii Capponi: 1-0. I padroni di casa provano a rispondere con Jurlina, che manda fuori di poco, dall’altra parte Palmegiani ha un’altra buona occasione ma il tentativo del giocatore del Lynx Latina sfuma. Fior si salva su Vukelić, poi a meno di tre minuti dalla fine Mavrović si affida al portiere di movimento: i giocatori di Tarantino difendono comunque con attenzione e grinta e portano a casa un successo che dà fiducia e autostima.

TARANTINO “Paradossalmente quella di oggi è una vittoria che aumenta il rammarico: se la prima partita era stata per atteggiamento non affrontata al 100%, resta l’amaro in bocca perché la seconda l’avevamo approcciata bene e un secondo tempo ‘balordo’ non ci permette di andare all’Europeo”, il commento a fine gara del tecnico azzurro, “Credo che su questo occorra aprire una riflessione, perché oggi probabilmente la testa dei ragazzi era un po’ più libera. Abbiamo peccato nell’entrare nella competizione. La prestazione contro la Croazia è stata da squadra che poteva ambiare a fare un buon Main Round: loro sono una signora nazionale, complimenti per la qualificazione. Ma noi abbiamo dimostrato di non essere qui per caso. Ripeto, la nostra lacuna principale è stata entrare mentalmente nel girone troppo tardi, perché anche dopo il ko all’esordio contro l’Inghilterra sapevamo che il destino era ancora nelle nostre mani e con due successi ci saremmo qualificati a prescindere dagli altri risultati…”.

ITALIA-CROAZIA 1-0 (0-0 p.t.)
ITALIA: Fior, Ciciotti, Joao Victor, Lo Cicero, Rivella, Pettinari, Filipponi, Achilli, Palmegiani, Giulii Capponi, Podda, Berardi. All. Tarantino

CROAZIA: Radaj, Sučić, Rendić, Radić, Jurlina, Dragun, Papac, Darrer, Cvišić, Vukelić, Mužar, Čizmić. All. Mavrović

MARCATORI: 10’40” s.t. Giulii Capponi

AMMONITI: Lo Cicero (I)

ARBITRI: Cristiano José Cardoso Santos (Portogallo), Yaroslav Vovchok (Ucraina) CRONO: Omar Rafiq (Norvegia)


CALENDARIO, RISULTATI E CLASSIFICA DEL GRUPPO 7

Prima giornata (27 marzo)
ITALIA-Inghilterra 1-2
Croazia-Slovacchia 6-2

Seconda giornata (28 marzo)
Slovacchia-ITALIA 6-3
Croazia-Inghilterra 4-0

Terza giornata (30 marzo)
Inghilterra-Slovacchia 0-1
ITALIA-Croazia 1-0
CLASSIFICA: Croazia, Slovacchia 6 punti, Inghilterra, ITALIA 3




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità