skin adv

Quei bravi ragazzi! Italfutsal: un nuovo inizio. Ora entusiasmo e fiducia

 18/04/2019 Letto 393 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Pietro Santercole
Società:    ITALIA





Soltanto quattro mesi fa si chiudeva il 2018, l'annus horribilis dell'Italfutsal: quello delle due vittorie in 10 partite, del tracollo nel Ranking, dell'immobilismo sul fronte del ricambio generazionale e della chiusura in termini di comunicazione. In appena due raduni si è stravolto tutto: apertura non limits nei confronti di tutti quelli mostrano interesse e amore sconfinato verso l'Amata Nazionale, una ricerca certosina dei papabili Azzurri all'estero ma soprattutto in tutte le categorie del futsal nazionale. Convocazioni per rendimento, con un occhio di riguardo per il prodotto nostrano. Un nuovo inizio, insomma, confluito guarda caso in tre successi e un pari contro Sua Maestà Argentina.
 
BRAVIIII! Già, alla vigilia del Triangolare internazionale di Pescara la paura di prendere un'imbarcata contro la Selecciòn, ci poteva stare: loro campioni del mondo con l'abito da gala e sei iridati su 14 al Pala Giovanni Paolo II, noi all'inizio della ricostruzione. Quella paura figlia di un quadriennio di ferite e cicatrici, insuccessi e storiche delusioni, rabbia, lacrime e scoramento, è stata spazzata via dall'entusiasmo di un'Italia straordinaria per intensità e bellissima da vedere. A caldo c'è stata perfino una grande "rosicata", perché quella prestazione meritava una vittoria, svanita soltanto a 14" dal suono della sirena. Musti e lo staff tecnico ci avranno messo sicuramente del loro, sulle palle inattive siamo fortissimi, ma gli Azzurri hanno fatto emozionare. A mente fredda, che spettacolo ammirare Mammarella, un De Oliveira bomber di razza del nuovo cittì, un mostruoso Ercolessi, Cesaroni lucido nell'infilare un incerto ma pur sempre iridato Sarmiento. L'impeccabile Murilo. Perfino i nuovi hanno piacevolmente attirato l'attenzione: Ugherani gioca in A2 con il Lido eppure non si è inchinato al cospetto di Sua Maestà, dimostrando di saperci stare in campo contro i campioni argentini, Marcelinho all'esordio in Azzurro sembrava uno degli Eroi di Anversa 2014. Con la Bosnia, il primo tempo è stato sì il peggiore da quando Musti ha preso in mano la Nazionale, eppure quei bravi ragazzi hanno saputo reagire, portando a casa comunque il risultato: una vittoria, la terza in quattro partite.
 
SOCIAL...MENTE UTILI Il bilancio stra-positivo di un evento sul suo italico che va ripetuto più volte possibile, si ripercuote anche sui social. Insta e Fb trasudano di post social... mente utili da parte degli Azzurri, che si sentono sempre più squadra. La nostra squadra, sempre amata anche quando pesantemente criticata, a cui ora va data fiducia.
 
 
ENTUSIASMO TOCCANTE Fame, unità di intenti, orgoglio e tanta voglia di stupire. L'entusiasmo di quei bravi ragazzi è toccante: tutti remano dalla stessa parte, uniti verso un unico obiettivo. E per tutti c'è una parola di risposta, una frase di incommensurabile affetto. Emoji e Cuoricini, come si usa adesso. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Finisce questo raduno di 10 giorni..con 2 amichevoli e 2 ottimi risultati,pareggio contro i campioni del mondo Italia vs Argentina 3-3 e vittoria Italia vs Bosnia 3-2..Questa Italia ha fame,unità d’intenti,orgoglio e tanta voglia di stupire..Grazie a tutti i tifosi che ci hanno seguito..ci si vede presto..Forza Italia 💪🏼🇮🇹⚽️ • • • 🏆 #crowd #toptags #score #sports #fitness #gym #train #health #sportsbrav #winner #trainers #best #trainstation #somuchfun #training #loveit #traintracks #justdoit #active #excercise #instasport #sportscar #sporty #workout #healthy #healthyliving #healthyeating #healthyfood #healthylifestyle #fitnessmodel

Un post condiviso da ⚽MassimoDeLuca7Futsal⚽️ (@maxdeluca7) in data:

 
AVANTI COSI' Chissà dove porterà tutto questo. Chissà se torneremo ad alzare mai altri trofei. Chissà. Ma non è questo il tempo per pensarci. Ora bisogna credere in un nuovo inizio, con la maglia addosso. Azzurra, naturalmente.
 
 
Pietro Santercole



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità