skin adv

#SerieAFutsal, Jonas mvp: A&S-Pesaro la finale scudetto. Napoli, applausi lo stesso

 19/05/2019 Letto 770 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Divisione Calcio a 5
Società:    VARIE





Bellissima partita al PalaMangano, con il Napoli che rende cara la vita ai campioni in carica, ma alla fine vale la legge del più forte: con il 2-4 di Scafati Murilo e compagni chiudono sul 3-1 la serie raggiungendo l’Italservice Pesaro, così come accaduto in Coppa Italia.

PRIMO TEMPO Partenza forte del Napoli, che prova subito ad azzannare la partita, con il tiro di Jesulito ben respinto da Mammarella. L’AcquaeSapone non si scompone e dopo due minuti crea la prima grande occasione: Lima dalla destra scheggia il palo lontano. Al quinto, i campioni d’Italia sbloccano la sfida, ancora una volta da palla da fermo: lo schema da calcio di punizione premia De Oliveira per l’1-0. I nerazzurri giocano con grande scioltezza, sfiorando subito il raddoppio con Murilo. Assorbita la botta psicologica, il Lollo Caffè torna in gara. All’ottavo Mancha trova Jesulito che, solo contro Mammarella, fa 1-1 con un bellissimo tocco sotto. Si tratta del terzo gol nei playoff per lo spagnolo, oltretutto il primo fra gli azzurri a segnare per la terza volta nelle quattro gare di semifinale. Al quindicesimo, super occasione per i padroni di casa, con il triangolo De Luca-Jelovcic che porta il capitano azzurro a calciare a botta sicura, ma Mammarella è straordinario nel chiudere su un gol che sembrava già fatto. Pochi attimi dopo è lo stesso De Luca a salvare sulla linea di porta un tap-in di Lima destinato in fondo alla rete. La squadra di Marin è però in fiducia: prima ci prova Jesulito con un pallonetto da centrocampo – che costringe Mammarella agli straordinari -, poi dagli sviluppi del corner Cesaroni manca la deviazione a mezzo metro dalla linea di porta. Emozioni anche nell’ultimo minuto e mezzo: va vicino al gol Lima, poi anche Jelovcic e infine sulla sirena Jonas calcia alto da ottima posizione. All’intervallo è 1-1.

SECONDO TEMPO La ripresa non è meno spettacolare. Ad accenderla ci pensa De Luca, che al quinto ribalta la partita, segnando sugli sviluppi di un angolo il gol che vale il sorpasso napoletano. L’AcquaeSapone deve reagire: all’ottavo Jonas viene imbeccato nel cuore dell’area di rigore, ma la sua zampata termina larga di poco. Un minuto più tardi Murilo è costretto al fallo, fermando in scivolata Duarte tutto solo davanti a Mammarella (grandi le proteste dei napoletani che volevano l’espulsione). Si gioca a viso aperto: Molitierno salva su Cuzzolino, Cesaroni non chiude sul secondo palo l’invito di Jesulito e al dodicesimo Lukaian, con tutta la classe e l’esperienza che gli è propria, si gira su Jelovcic battendo Molitierno per il 2-2. E’ un gol che pesa come un macigno, perché nel giro di un amen l’AcquaeSapone azzanna mortalmente il Napoli, con Jonas che realizza due gol nel giro di 30” cambiando per sempre l’inerzia della partita: a 6′ dalla fine, nel momento più difficile, l’AcquaeSapone passa così a condurre addirittura 2-4, mettendo in mostra tutta la forza dei campioni in carica. A 3’30” dalla sirena Marin si gioca il tutto per tutto inserendo il portiere di movimento. La parola fine la scrive Mammarella, prima respingendo su Jesulito e poi anche sul tentativo di tap-in di Jelovcic. L’AcquaeSapone vince anche a Scafati, raggiungendo il Pesaro in finale. Al Napoli l’onore delle armi al termine di una grande serie di semifinale.

LOLLO CAFFE’ NAPOLI-ACQUAESAPONE UNIGROSS 2-4 s.t. (1-1 p.t.)
LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Molitierno, Duarte, Mancha, Jesulito, Dimas, Bellobuono, Orefice, Mennella, Chano, De Luca, Rubio, Jelovcic, Amirante, Cesaroni. All. Marin 
ACQUAESAPONE UNIGROSS: Mammarella, Murilo, Lima, Calderolli, Lukaian, Fiuza, Casassa, Ercolessi, Patricelli, Cuzzolino, De Oliveira, Coco Wellington, Avellino, Jonas. All. Pérez 
MARCATORI: 4'54'' p.t. De Oliveira (A), 7'04'' Jesulito (N), 4’24” s.t. De Luca (N), 12'30'' Lukaian (A), 13'28'' e 13'42'' Jonas (A)
AMMONITI: Lukaian (A), Chano (N), Calderolli (A), Jelovcic (N), Jesulito (N), Murilo (A), Molitierno (N) 
ARBITRI: Daniele Di Resta (Roma 2), Vincenzo Sgueglia, (Civitavecchia), Michele Iannone (Nocera Inferiore), CRONO: Salvatore Minichini (Ercolano) 
 

CLASSIFICA CANNONIERI
6 RETI: Borruto (Italservice Pesaro)
5 RETI: Taborda (Italservice Pesaro)
4 RETI: Marcelinho (Italservice Pesaro), Kakà e Chimanguinho (Real Rieti), Lukaian (Acqua&Sapone Unigross)
3 RETI: Jesulito, Dimas e De Luca (Lollo Caffè Napoli), Jonas, De Oliveira, Avellino, Lima e Calderolli (Acqua&Sapone), Canal e Mancuso (Italservice Pesaro)
2 RETI: Honorio e Javier Salas (Italservice Pesaro), Duarte, Juan Salas e Felipe Mancha (Lollo Caffè Napoli), Nicolodi (Real Rieti), Caio Japa e Zanchetta (Maritime Augusta), Dalcin (Meta Catania), André Ferreira (Feldi Eboli), Coco, Cuzzolino e Murilo (Acqua&Sapone Unigross)
1 RETE: Canal, Miarelli e Tonidandel (Italservice Pesaro), De Matos, Bellomo e Igor (Came Dosson), Arrieta e Josiko (Feldi Eboli), Joaozinho e Jeffe (Real Rieti), Spampinato, Alex, Tres Rudinei, Amoedo (Meta Catania), Jelovcic e Chano (Lollo Caffè Napoli), Ercolessi (Acqua&Sapone Unigross), Crema e Pedro Guedes (Maritime Augusta)
1 AUTOGOL Crema (Maritime Augusta pro Acqua&Sapone), Coco Wellington (Acqua&Sapone anti Lollo Caffè Napoli)

 
SERIE A PLANETWIN365 – PLAYOFF SCUDETTO 2019
QUARTI DI FINALE
1) ACQUAESAPONE UNIGROSS-MARITIME AUGUSTA 2-5, 4-0, 4-1
2) LOLLO CAFFÈ NAPOLI-META CATANIA BRICOCITY 5-3, 5-3
3) REAL RIETI-FELDI EBOLI 4-3, 2-1
4) ITALSERVICE PESARO-CAME DOSSON 4-2, 5-1
 
SEMIFINALI  (11/5, 14/5, 17/5, ev. 19/5, ev. 25/5)
1) ACQUAESAPONE UNIGROSS-LOLLO CAFFE’ NAPOLI 7-1, 2-3, 4-2, 4-2
2) ITALSERVICE PESARO-REAL RIETI 6-3 d.t.s., 7-2, 6-1
 
FINALE  (1/6, 4/6, 9/6, ev. 16/6, ev. 21/6)
ACQUA&SAPONE UNIGROSS-ITALSERVICE PESARO
 
Ufficio stampa Divisione




Pubblicità