skin adv

Codice Bandecchi: "Voglio una Ternana che dia l'anima in campo"

 17/06/2019 Letto 555 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    TERNANA





Bandecchi conferma il suo interessamento a fare da main sponsor, con il marchio di Unicusano, con una disponibilità a partire da 120 mila euro da destinare al monte ingaggi. Il Presidente non fa mancare una sua battuta ironica, parlando della recente storia della Ternana Femminile e paragnandola agli ultimi due anni della Ternana calcio: “Queste sono ragazze che hanno vinto due scudetti. Non vorrei che, sotto la nostra gestione, facessero la fine della Ternana“. 
 
NOVITA' Da questo punto di vista potrebbero esserci novità come dice il Corriere Umbria già da martedì. Quartiere generale sarà l’Ufficio Sport del Comune dove si incontreranno Paolo Tagliavento, Damiano Basile (nominato ufficiosamente coordinatore e responsabile delle Ferelle) alla presenza di Elena Proietti Assessore allo Sport ormai diventata supervisore e garante del progetto Ternana Femminile targata Bandecchi. Ci potrebbero essere così i primi nomi sulla carta per la nuova squadra, ma non solo. La struttura e l’organizzazione sarà quella delle Fere e le iniziative legate strettamente alla linea societaria stilata da Bandecchi ovvero (parole sue) “dare l’anima in campo e rispettare i colori della maglia“. Dice anche chiaramente che non vuol vedere “giocatori che hanno i crampi, o che si stancano subito”, ma gente “che diano l’anima in campo“. In questa ottica l’iniziativa abbonamenti rientra in una probabile idea “a Fere unificate”. Difatti si potrà entrare al Pala Di Vittorio con lo stesso abbonamento della Ternana Calcio oppure con l’iscrizione al Centro Coordinamento Clubs sotto qualsiasi gruppo compreso quello guida delle Ferelle: Prigionieri di una fede. Un’opera che sembra sempre più prendere forma e che se si concretizzerà con i crismi giusti potrebbe portare ad aprire un’epoca ovvero quella della prima squadra di calcio a 5 femminile finanziata e strutturata da un Club del calcio professionistico. Unica controindicazione: il fattore tempo.




Pubblicità